Ryanair minaccia chiusura rotte italiane. Della Vedova annuncia interrogazione parlamentare

– Clamoroso annuncio di Ryanair: dal 23 gennaio la compagnia irlandese chiuderà temporaneamente i voli interni da e per le dieci basi italiane (Alghero, Bari, Bologna, Brindisi, Bergamo, Pescara, Pisa, Roma e Trapani), in polemica con l’Ente nazionale per l’aviazione civile. La decisione fa seguito all’introduzione da parte dell’Enac di due ordinanze che obbligano la compagnia low cost ad accettare forme di identificazione per i passeggeri domestici che Ryanair definisce “non sicure“.
Da quando Ryanair ha introdotto il check-in online per tutti i suoi passeggeri – si legge nella nota della compagnia – è obbligatorio per i clienti della società di O’Leary presentare passaporto o carta di identità all’imbarco.
Ora l’Enac – continua la nota – “minaccia di arrestare il personale dell’handling se si rifiuta di far viaggiare i passeggeri con forme di identificazione non consentite, comprese patenti di guida, badge lavorativi o licenze di pesca italiane“. Ryanair “non può permettere che le sue procedure di sicurezza subiscano interferenze e vengano minate da ordinanze illegali e inappropriate“. Il servizio sarà ripristinato “solo se Ryanair sarà certa che la sicurezza delle sue operazioni non sarà minacciata dall’interferenza illegale dell’Enac” con “misure che riducono la sicurezza sui voli domestici italiani rispetto alle misure di sicurezza già utilizzate su tutti i voli nell’Unione Europea”. Ryanair ha annunciato appello al Consiglio di Stato.

Il rispetto delle nuove norme imporrebbe probabilmente a Ryanair il dietrofront rispetto al check-in telematico, con inevitabile aumento dei prezzi per i viaggiatori. Benedetto Della Vedova, deputato del PdL e presidente di Libertiamo, ha annunciato un’interrogazione parlamentare al Ministro dei Trasporti sulla vicenda “per capire se sussistano o meno, nell’ordinanza dell’Enac, elementi anti-concorrenziali o di natura ostruzionistica nei confronti del modello di business di Ryanair, fortemente orientato al contenimento dei costi”.


37 Responses to “Ryanair minaccia chiusura rotte italiane. Della Vedova annuncia interrogazione parlamentare”

  1. donato ha detto:

    gode solo Alitalia … che tristezza…

  2. Alessandro Caforio ha detto:

    La compagnia irlandese precisa che i voli saranno ripristinati “solo se Ryanair sarà certa che la sicurezza delle sue operazioni non sarà minacciata dall’interferenza illegale dell’Enac”, e invita i passeggeri a protestare “circa la sicurezza delle operazioni di Ryanair con il direttore generale dell’Enac, Alessio Quaranta, all’indirizzo segreteria.dg@enac.gov.it “.

  3. Federico ha detto:

    Che bello! Finalmente quei pagliacci irlandesi smetteranno di fare gli sbruffoni nel Paese dove di furbizia ne abbiamo da vendere.
    Finita la pacchia del furto di soldi per il check-in con la patente. Vergognatevi!
    E non so nemmeno quanto sia legale che gli assistenti di volo parlino solo in inglese nei nostri voli completamente nazionali… come se tutti gli esseri viventi siano tenuti a saperlo.

  4. Ha tutta l’aria di un qualcosa fatto, in realtà, per avvantaggiare Alitalia, in effetti… con pieno successo, a quanto pare!

  5. Sky ha detto:

    Se i documenti sono rilasciati da un’amministrazione di Stato Raynair si deve attenere alla legge italiana… altrimenti ha ragione:

    DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 28 dicembre 2000, n. 445

    Articolo 35 (L-R)
    Documenti di identita’ e di riconoscimento

    1. In tutti i casi in cui nel presente testo unico viene richiesto un documento di identita’, esso puo’ sempre essere sostituito dal documento di riconoscimento equipollente ai sensi del comma 2. (R)

    2. Sono equipollenti alla carta di identita’ il passaporto, la patente di guida, la patente nautica, il libretto di pensione, il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici, il porto d’armi, le tessere di riconoscimento, purche’ munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un’amministrazione dello Stato. (R)

    3. Nei documenti d’identita’ e di riconoscimento non e’ necessaria l’indicazione o l’attestazione dello stato civile, salvo specifica istanza del richiedente. (L)

  6. Francesco ha detto:

    Che tristezza, c’è una compagnia che ti fa volare con poca spesa e si cerca di mettergli solo i bastoni fra le ruote. se ti ferma la polizia e tu gli dai la licenza di pesca come documento di riconoscimento ti fermano per fare accertamenti.
    E’ solo vergognoso quello che sta facendo l’Enac, toglie a molti la possibilità di viaggiare, vergogna!!!!!!!!!!!!!!

  7. Alessandro Caforio ha detto:

    @ Sky – Mi pare un’interpretazione oltremodo estensiva visto l’oggetto della normativa!

    Articolo 2 (L)
    Oggetto

    1. Le norme del presente testo unico disciplinano la formazione, il rilascio, la tenuta e la conservazione, la gestione, la trasmissione di atti e documenti da parte di organi della pubblica amministrazione: disciplinano altresi’ la produzione di atti e documenti agli organi della pubblica amministrazione nonche’ ai gestori di pubblici servizi, nei rapporti tra loro e in quelli con l’utenza, e ai privati che vi consentono. Le norme concernenti i documenti informatici e la firma digitale, contenute nel capo II, si applicano anche nei rapporti tra privati come previsto dall’articolo 15, comma 2 della legge 15 marzo 1997, n. 59.

  8. Mario Liccardi ha detto:

    Sperdisco la mail inviata ieri al DG dell’Enac. L’Enac non ha scusanti. Vergogna!

    Bologna, 23 dicembre 2009

    Preg. mo Alessio Quaranta, Direttore Generale dell’Enac.

    Avevo una prenotazione Bo-Brindisi-Bo che è stata annullata dalla Ryanair per divergenze con Enac. Oggi ho saputo che sono stati annullati tutti i voli interni Ryanair in Italia dal 23 gennaio in poi. Pare che Enac abbia minacciato di arrestare il personale Ryanair che rifiuti di far viaggiare passeggeri con forme di identificazione non consentite dal regolamento aziendale: patente, badge aziendali e licenze di pesca invece di carta d’identità o passaporto.

    Se le cose stanno veramente così, sono senza parole. L’Italia è proprio il paese di Pulcinella. Ma in che mondo viviamo? Qual’è la razio di questo provvedimento? Ryanair pretende una maggior sicurezza e Enac la punisce? Chi non possiede oggi carta d’identità o passaporto? Chi ha l’interesse a non presentarli al check-in? Solo chi vuole mascherare la propria identità, sicuramente un malfattore. Oppure qualche sprovveduto che ha dimenticato a casa i documenti che sicuramente ha.

    Se le cose stanno veramente così, aspettiamo tutti fiduciosi che Lei ci ripensi.

    Saluti.

    Mario Liccardi

  9. TheB ha detto:

    Ryanair non vuole sottostare alle leggi italiane? Se ne vada… non vedo dove sta il problema.

  10. Antonluca Cuoco ha detto:

    ecco perchè serve un benedetto in parlamento ..sempre!

  11. Roberto ha detto:

    Gli standard di sicurezza sono Internazionali.
    Sono fatti e costruiti da persone esperte, da tecnici.
    Sono accettate in tutto il mondo.
    Grazie all’incompetenza della nostra classe politica e dei relativi cervelli da cassapanca che la compongono stiamo facendo la solita figura di merda a livello internazionale.
    è ridicolo pensare di salire su un aereo con il tesserino dello stato o la licenza di caccia.
    Inoltre ryanair ha le sue regole: paghi poco ma le devi accettare!!
    è assurdo pendare di pagare 10 euro e volersi portare la casa appresso come bgaglio a mano.
    Infine l’enac per chi lavora? per la sicurezza aerea o per i soliti amici degli amici……

  12. giuseppe ha detto:

    come al solito in italia si cerca sempre di punire chi fa conncorrenza leale e spillare sempre piu soldi al cittadino o passeggero in questo caso!! ci costringeranno a volare con alitalia!! ci sarebbe da vedere che interessi ci sono da parte dell’enac…. e poi che e sta enac a che serve e a cosa e mai servita?? fino ad oggi e servita a ben poco!! oggi servirà a far chiudere l’unica compagnia aerea che opera in italia ad attuare prezzi corretti e concorrenziali.. io non volerò mai alitalia!! mai e poi mai!!

  13. Anto ha detto:

    La risposta di federico ha dell’imbarazzante…innanzitutto perchè il check-in ormai tutti lo fanno on-line!…a costo zero.
    Inoltre se a te sembra eccessivo mostrare la tua carta d’identità invece che la patente (nonostante abbiano lo stesso valore legale…IN ITALIA…non è detto che lo sia dappertutto) allora spiegami che fastidio ti dà.

    SORVOLO sull’ultima cosa che hai scritto in quanto si vede che nn hai mai viaggiato su ryanair…le comunicazioni di servizio sono in doppia lingua (inglese-italiano). L’inglese lo parlano le hostess e gli steward quando vengono a portarti da mangiare…se hai un emergenza e devi comunicare allora ti consiglio di metterti sui libri a studiare inglese in quanto solo noi italiani non lo sappiamo parlare…nel resto d’europa lo sanno i bambini di 10 anni.

    e poi scusa…su air france parlano francesce, su tuifly tedesco…Alitalia deve monopolizzare il mercato?

  14. Maria Isabella Puggioni ha detto:

    La questione non è molto chiara.Mi sembra comunque strano che l’ENAC voglia che tesserini da caccia e consimili abbiano lo stesso valore della carta d’identità.Se esiste veramente una legge nazionale che lo prevede come mai al supermercato per pagare con carta di credito pretendondono solo la carta d’identità o il passsaporto?
    La questione posta da ENAC sa di pretesto sopratutto in una nazione che non brilla certo per applicazioni letterali(o non) delle leggi.
    Per favorire Alitalia? Perchè la concorrenza disturba?Per assoluta imbecillità burocratica?
    Comunque sia il danno sarà dei cittadini e sopratutto di noi sardi,che isolani e isolati come siamo, diverremo di nuovo vittime dei prezzi della nostra carissima Alitalia.

  15. Matteo ha detto:

    Federico, credo che tu sia un benemerito idiota. E pure ignorante.. Furto per il check-in on line con la patente? Ma di cosa parli? Io con ryanair viaggio almeno 2 volte al mese (a/r per l’inghilterra), e ti assicuro che il massimo che ho pagato sono stati 10 euro a/r per un viaggio internazionale. Se vai con Alitalia o Airfrance spendi ALMENO 300-400 euro SOLO ANDATA per un viaggio con scalo magari.. Questo è il vero furto!!

  16. mirko ha detto:

    Come si comportava,Ryanair con il Common Travel Area of the UK?? ??(accordo tra Inghilterra e le isola sul canale)
    Ve lo dico io:
    Ho vissuto a Dublino per due anni, e mi recavo spessimo in U.K. con Ryanair. Tutti i passeggeri irlandesi partivano con la sola patente di guida. Arrivati ad Stansted, c’era un canale preferenziale per i passeggeri provenienti dall’Irlanda e mostrando la sola carta d’imbarco, si usciva tranquillamente dall’aeroporto.
    Perchè non deve valere per i passeggeri che volano dentro uno stesso stato?
    Perchè se pago 5 euro il check in on line che faccio a casa mia e me lo stampo a mie spese non posso viaggiare Roma Milano con la patente????

  17. kristina ha detto:

    i sardi perderanno 400.000 di turisti al anno (statistica rilevata dalla ente regionale), i commercianti perderanno ancora di più! anche le singole persone hanno molto da perdere. Come mai la british vola e guardagna anche se c’e ryanair, ci sarebbe spazio per tutti, basta saper condurre un’impresa, purtroppo alitalia è incompetente e la colpa adesso e della ryanair!? Anche se sul volo ryanair parlasserò soltanto il mandarino io volerei con loro !!!! Basta con il localismo da primitivi, l’orgoglio italiano è finito con l’impero romano. Non siete più cosi grandiosi… GET OVER IT !!!!!! ( mi rivolgo al signore nazionalista )

  18. Andrea ha detto:

    Concordo con Matteo che risponde a Federico Forse Federico si permette di parlare cosi perchè non avrà problemi a viaggiare pagando 180 euro invece che 40…Chi se ne frega se parlano inglese.

  19. Ingrid C. ha detto:

    va bene il decreto del pres. della repubblica … ma chiediamoci se, alla luce degli eventi dell’11 sett e di quelli più recenti del 25 dic u.s. in America (volo amsterdam-ditroit), queste regole sono sufficienti a garantire la ns sicurezza??! La ryanair chiede più garanzie di quelle necessarie? BENE! meglio così … io mi sento più sicura su un aereo ryanair che su un volo alitalia, dove ho visto salire persone con la carta d’identità SCADUTA!

  20. Alphy ha detto:

    Non sono d’accordo con Federico per i motivi percui manifesta la sua gioia dovuta in generale a rabbia verso eventuali disservizi… ma nemmeno con Matteo ed Andrea che attacano Federico. Dunque, Federico su una cosa non ha torto…Io lavoro in una Compagnia Aerea da 25 anni e la situazione RYAN AIR è più complessa di quanto si possa immaginare. Si sappia in generale che Le Low Cost per operare le paghiamo noi, ammontare contemplato annualmente nella Finanziaria (vedere anche trasmissione REPORT pertinente). Micheal O’Leary la sà lunga con i politici Italiani. Non solo, io auguro un contratto permanente a tutti i Lavoratori. Sono per la salvaguardia e la tutela del posto di Lavoro. Andate a sindacare come tratta RYAN AIR il proprio personale… e apparte questo grave modo di fare, si sappia pricipalmente il loro “eventuale” Biglietto a 10 Euro viene così proprio perchè è pagato con le imposte e le tasse da tutti gli Italiani, in quanto annualmente viene erogato puntualmente dallo Stato Italiano (tramite gli Aeroporti) una somma altissima a RYAN AIR e altre Low Cost per operare sugli Scali Italiani.
    Allora perchè l’Industria dell’Aero-trasporto Italiano con centinaia di migliaia di dipendenti deve collassare grazie a questa trovata. RYAN AIR ha milioni e milioni di Euro da restituire all’UE …Non è corretto lavorare così… poi però magari sulle C.I. e passaporto può avere pure ragione RYAN AIR… i problemi sono altri è più complessi.

  21. stayacid ha detto:

    @Alphy: alitalia quanti soldi prende dallo stato? alitalia è in grado di farmi volare dalla mia isola a roma con 20euro?
    ben vengano i soldi che lo stato da a Ryanair, perchè Ryanair rappresenta la libertà di muoversi.
    alitalia cosa rappresenta per gli italiani? un modo elitario di muoversi? una macchina succhiasoldi? un modo di viaggiare spendendo 5 volte tanto per avere l’hostess che parla italiano e un bicchiere di aranciata?

    Riguardo la questione in generale: per carità, l’Enac ha assolutamente ragione, la legge è legge (per quanto stupida possa essere la sua interpretazione), ma non mi sembra una violazione tale da giustificare un provvedimento di sospensione di tutti i voli d’urgenza. Mi sembra un eccesso di zelo quantomeno “sospetto”.
    Tra Frecciarossa e Ryanair, è chiaro che Alitalia sta avendo una enorme perdita sulle tratte nazionali, qualcosa dovevano inventarsi.

    in libretto di giustificazione delle scuole superiori è emesso da un organo statale, quindi posso presentarlo al check-in?

  22. Roberto ha detto:

    Che tristezza…
    alla fine a farne le spese saranno i soliti passeggeri “morti di fame”… Alitalia dovevano farla fallire, è una vergogna, adesso ci costringeranno a pagare prezzi assurdi per i nostri viaggi.
    E’ veramente una tristezza. Potevano inventarsi che la coda del cane è troppo lunga, avrebbero fatto più bella figura

  23. Marco ha detto:

    Federico non è affatto un idiota! Se alla Ryanair non piacciano le nostre leggi se ne vada! Non è che bisogna mostrarle le terga perchè i biglietti sono economici!
    Scommetto che molto di quelli che scrivono son quelli dei vari slogan “padroni a casa nostra” etc. Ipocriti!

  24. Marco ha detto:

    Ah dimenticavo! Ryanair prende sovvenzioni da parte di tutti i paesi europei come dire… il bue che dice cornuto all’asino!
    Un saluto a tutti! Pazzesco si parla sempre di legalità ed una volta che qualcuno decide di far rispettare le nostre leggi…
    Andate in Irlanda, sciocchi, a pretendere di imporre le regole di una qualsiasi azienda italiana…
    Non ho parole: un amministratore delegato che vuole spiegare ad un paese sovrano quali sono le leggi da adottare!
    Chi è allora nel paese di Pulcinella eh? Chi?

  25. Antonio Ianniello ha detto:

    solo un deficiente può essere contento di pagare 200-300 euro per un volo anzichè i 5-10 di Ryanair. E poi le procedure del checkin online non richiedono proprio una gran mente per essere imparate.
    Il problema di ryanair è che dovrebbe poi istruire tutto il suo personale a riconoscere questa miriade di documenti quali i badge lavorativi e altri. Non esisterebbe più la certezza dell’identità e facilmente potrebbere essere mostrati documenti falsi.
    Io ho già mandato la mail di protesta all’ENAC.

  26. pietro ha detto:

    come al solito chi ci va di mezzo
    e l’operaio che tra l’altro non ha piu neanche il lavoro
    volete toglierci qualche altra cosa

  27. silvia ha detto:

    come puo’ un parlamentare pretendere di partire con la tessera del suo partito(da una legge fatta nel 2000 tra l’altro prima dell’attacco alle torre gemelli)…mi posso immagginare cos’altro ci avra fatto con questa tessera…poveri italiani…

  28. pierangelo ha detto:

    devo per forza viaggiare tra bergamo ed alghero…… come posso fare ora????? solo un paese del terzo mondo accetterebbe prenotazioni fatte con licenza da pesca! Ancora una volta l’Italia si ridicolizza davanti al mondo intero!….. che vergogna

  29. francesco ha detto:

    secondo me e solo una manovra per far fuori ryanair e favorire altre compagnie che si sono comprati a nostre spese a discapito dei vantaggi che ryanair ci da
    se qualcuno ricorda su molte delle tratte che fa ryan. cera airone
    e di certo i prezzi non erano come adesso sulla tratta MI- TP ci volevano circa €100,00 a tratta
    ciao a tutti e speriamo bene

  30. Michele ha detto:

    Per Federico.L’unico pagliaccio qui sei tu, che non sappiamo dove vivi ma evidentemente hai soldi da buttare quando viaggi e se viaggi in aereo.Per quanto riguarda la lingua parlata dal personale di bordo, perche’ non parli con un cittadino tedesco portoghese o spagnolo per sentire cosa ne pensano, sarebbe ora che anche tu imparassi l’inglese se vuoi vivere o relazionarti con cittadini di altri paesi ma se proprio ne vogliamo parlare…Ho viaggiato spesso da Roma ad Alghero sul volo Operato da AirOne grande compagnia aerea che potrebbero fare concorrenza a le compagnie africane,con aereo ed equipaggio,totalmente di provvenienza dalla Turchia
    Ma perche non ti svegli e cerchi di capire che sei un cittadino Europeo e che puoi cogliere tutte le opportunità che ti offre il fatto di far parte di una Comunita di Nazioni?….Uno che parla cosi e’ peggio dei Talebani,della serie meglio regredire che progredire.Forse quando hai acquistato il biglietto hai dimenticato di leggere le regole della compagnia Ryanair,perchè lo scrivono a chiare lettere che l’unico documento d’identita che puoi mostrare e’ la carta d’identita’ o il passaporto, e hai anche il coraggio di parlare di sbruffoni.Lo sbruffone sei tu ed hanno fatto bene a non farti partire cosi impare a rispettare le regole.Nella vita chi sbaglia PAGA e sempre sara’ cosi.

  31. Franco ha detto:

    Perche gli italiani devono devono essere costretti a viaggiare pagando molto di più ed ad imbarcarsi su voli poco sicuri?
    Se RYANAIR vuole utilizzare procedure di imbarco per rendere i voli più sicuri tramite procedure d’imbarco ASSOLUTAMENTE LEGALI e riconosciute a livello INTERNAZIONALE,
    perchè deve essere costretta ad andare via dall’Italia?
    Gli italiani meritano davvero questo trattamento?
    Perchè gli italiani devono pagare di più per viaggiare su voli POCO sicuri a causa di procedure di imbarco pericolose e facilone?
    Perchè i prezzi dei treni sono saliti vertiginosamente e notevolmente nonostante permangano NOTEVOLI disservizi, la scarsissima igiene, il sudiciume delle carrozze, ed i perenni ritardi?
    Piuttosto che pagare per fare viaggi pericolosi e nel sudiciume è preferibile andare a piedi o in carrozza come una volta.
    Perchè gli italiani devono essere trattati così?

  32. Graziano ha detto:

    lo schifo dell’italia per prendere l’alitalia a un botto di soldi!fate schifo! io non la prendero’ mai ..ricomincero’ con auto,autobus e purtroppo anche il treno.

  33. Alberto ha detto:

    ho famiglia a roma spendo 100 euro al mese per fare 4 voli andata e ritorni per vederli può bastare una carta d’identita per abbracciare i miei cari

Trackbacks/Pingbacks

  1. […] è subito mobilitazione, a favore della Compagnia aerea. Io ho aderito a quella lanciata da Benedetto Della Vedova, uno degli ultimi liberali nel […]

  2. […] 2 ) Molti nel gruppo invece pensano che si tratti di uno dei tanti modi per colpire la politica molto aggressiva sui prezzi praticata da RYANAIR. Su questo segnalo l’iniziativa dell’ ON. Della Vedova con un taglio molto interessante http://www.libertiamo.it/2009/12/23/ryanair-minaccia-chiusura-rotte-italiane-della-vedova-annuncia-i… […]