Categorized | Comunicati, Il mondo e noi

Iran: dopo la morte di Montazeri, non si ferma l’onda verde

– “Mettete fine alle attività illegali o ci sarà uno scontro feroce“. Sono dichiarazioni pesanti quelle che Esmail Ahmadi Moqadem, capo della polizia iraniana, ha rivolto oggi all’opposizione, scesa in piazza dopo la morte dell’ayatollah dissidente Hossein Ali Montazeri. Da sabato l’onda verde sembra tornata in Iran: anche oggi i siti web antigovernativi – ormai la principale fonte di notizie – riportano di alcuni scontri con la polizia avvenuti a Isfahan, che avrebbero già comportato l’arresto di più di cinquanta manifestanti e di quattro giornalisti, oltre al ferimento di alcune decine di persone. Anche a Najafabad, città natale di Montazeri, i disordini continuano ormai da giorni.

Da ieri è in corso una contromanifestazione dei sostenitori di Ahmadinejad nella città santa di Qom, per condannare “le profanazioni” commesse dall’opposizione durante i funerali di Montazeri.


One Response to “Iran: dopo la morte di Montazeri, non si ferma l’onda verde”

Trackbacks/Pingbacks

  1. […] Iran: dopo la morte di Montazeri, non si ferma l’onda verde IN EVIDENZA da: libertiamo.it […]