Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, deputato del Pdl

ll Presidente della Camera ha fatto bene a ribadire che non è possibile ancorare ogni scelta politica della maggioranza e dell’esecutivo ai veti e ai dicktat della Lega. Quindi non è accettabile la modifica dell’accordo raggiunto tra il Presidente della Camera e il Presidente del Consiglio in materia di processo breve ed escludere dai benefici previsti il reato di immigrazione clandestina.
Sui temi dell’immigrazione l’esigenza che il rigore si sposi all’equilibrio è essenziale perché la politica dell’esecutivo non solo sia, ma appaia quella di una coalizione responsabile, impegnata a governare le paure e non a cavalcarle e a fomentarle.
Sarebbe paradossale che le posizioni del Presidente della Camera, che riecheggiano quelle proprie della tradizione popolare e liberale europea, fossero  giudicate fuori dalla linea del PdL, e le scelte della maggioranza finissero per coincidere con quelle della Lega e del Ministro Calderoli.

Roma, 7 dicembre 2009