“Sono ‘contro l’aborto’, non per criminalizzarlo ma per di ridurlo con politiche efficaci. Assegnare la capacità giuridica all’embrione rappresenta invece un salto nell’ideologia antiabortista. Gasparri e Quagliariello sostengono, infatti, che la loro legge ha solo un contenuto culturale e non normativo, non corregge o modifica la legge 194. Quindi si tratta di una legge propagandistica e programmaticamente ipocrita, che riprende un vecchio testo del Movimento della vita (proposta di legge di iniziativa popolare del ’95).”

Così, oggi, Benedetto Della Vedova, in un’intervista a Radio Radicale, ha commentato il disegno di legge di modifica dell’articolo 1 del Codice civile presentato dal Presidente dei senatori del Pdl e dal Vice-capogruppo vicario.

“Che esista un forte componente “pro life” nel centrodestra è acclarato – ha continuato il deputato del Pdl  –  ma che questa durezza ideologica diventi le “linea politica” di un partito che punta a rappresentare il 40% delle elettrici e degli elettori italiani sarebbe un azzardo politico ed elettorale. Ben venga l’iniziativa dei capigruppo al Senato, comunque, così il PdL ne discuterà. D’ora in poi, però, mi auguro che i due presentatori siano più prudenti nel bollare come “fuori linea” iniziative politiche e legislative su altri temi.”

Fonte Radioradicale.it Licenza 2.5 Ita