Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, deputato del Pdl

Se le parole di Fini hanno suscitato le reazioni risentite dei leghisti, mi pare chiaro che il problema politico è rappresentato dalle reazioni della Lega e non dalle parole di Fini.
Il bando alle proposte e al linguaggio razzista non può che essere assoluto e incondizionato. Le difficoltà nel processo di integrazione devono trovare soluzione all’interno di un quadro rigido e non derogabile di diritti e doveri, per gli stranieri come per gli italiani.
Una politica sull’immigrazione legge-ordine-diritti-integrazione, come quella di tutti i partiti della destra di governo europea, non può fare l’occhiolino alla propaganda razzista, né mostrarsi condiscendente con essa.
Roma, 22 novembre 2009