Fini sulla cittadinanza agli immigrati – VIDEO

– Gianfranco Fini, intervenendo sabato 26 settembre alla festa del Popolo della Libertà, all’interno del dibattito “L’Italia oltre la crisi: competere e partecipare”, ha preso una posizione molto decisa, proponendo di ridurre a sette o cinque anni il periodo dopo il quale uno straniero che vive in Italia può ottenere la cittadinanza italiana.

Pur ribadendo che nei confronti dei clandestini e degli immigrati che commettono reati serve mantenere una linea dura, Fini ha posto l’accento sulla ricchezza rappresentata dalle persone che lavorano onestamente in Italia, siano esse italiane da generazioni oppure arrivate da poco nel nostro Paese.

Al dibattito, moderato da Gianni Riotta, hanno partecipato anche il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, Alberto Bombassei vicepresidente di Confindustria, Raffaele Bonanni segretario della CISL e il deputato PD Enrico Letta, oltre al ministro della Difesa Ignazio La Russa che ha curato l’introduzione.

Fonte Radioradicale.it Licenza 2.5 Ita


3 Responses to “Fini sulla cittadinanza agli immigrati – VIDEO”

  1. stranamore scrive:

    La questione della riduzione del periodo di tempo necessario per prendere la cittadinanza mi sembra stucchevole e irrelevante. Fini chiede con insistenza il dialogo ma mi sembra che le sue ragioni siano prive di fondamenti. A cosa servirebbe questa riduzione del periodo per ottenere la cittadinanza? A favorire l’integrazione? Questa potrebbe essere l’unica ragione valida. Ma in realtà così non è. Paesi che hanno un requisito di soli 5 anni presentano clamorosi insuccessi nell’integrazione degli immigrati. Paesi invece come la Svizzera che hanno per la cittadinanza come requisito un soggiorno minimo di 12 anni più altri vincoli aggiuntivi a seconda del cantone di residenza, invece mostrano un successo nell’integrazione dei flussi migratori. Il successo della Svizzera sta in un attento controllo e supervisione di chi entra nella confederazione. E il permesso di residenza è soggetto a vincoli molto stringenti. Perciò le ragioni del successo elvetico sono tutt’altre dalle ricette proposte da Fini, mi sembra. Quindi di cosa parliamo? Del sesso degli angeli? Il fatto è che le proposte di Fini sono proprio sballate nel merito e a pensar male sono funzionali ad un disegno di indebolimento della Lega nel panorama politico italiano.

    Leggete:

    Su De Benedetti:
    http://www.corriereweb.net/politica-e-societa/societa-e-individui/1149-sul-qliberismoq-dellinsigne-carlo-de-benedetti-ovvero-sulla-tassazione-delle-qrenditeq.html

  2. Gustav scrive:

    Proprio sul tema della cittadinanza espresso da fini, oggi ho trovato quest’articolo:

    http://www.loccidentale.it/articolo/cittadinanza.0078811

    che mi trova in disaccordo su diversi punti come “Del resto già oggi la posizione del cittadino extracomunitario che soggiorni regolarmente sul territorio dello Stato appare adeguatamente garantita”…secondo me di GARANTITO c’è veramente poco… cmq ci sono molti appigli per un buon dibattito…che ne pensate? :)
    Che scelte vengono lasciate all’immigrato?

  3. kovalsky scrive:

    Un politico di professione come Fini non può altro che avere l’ambizione personale di arrivare più in alto.
    Ecco perchè usa il voto agli immigrati ( conseguenza automatica della cittadinanza ) per favorire la sinistra a riprendere il potere, quel potere che la sinistra stava per agguantare con il golpe giudiziario alla caduta della prima repubblica,golpe svanito per la discesa in campo dell’outsider Berlusconi.
    Ora la sinistra , falliti anche gli attacchi personali all’odiato ostacolo, ritenta il GOLPE con il voto agli immigrati.
    In cambio Fini avrà avuto una cambiale di appoggio al suo futuro politico, Quirinale , palazzo Chigi o altro che sia.
    Che sia stato folgorato sulla via di Damasco dal problema cittadinanza e respingimenti, vada a raccontarlo altrove.
    Ma gli elettori di centro destra ( di Alleanza, di Forza Italia o anche della Lega e neppure chi si sente liberale ), cioè la maggioranza degli italiani, non ci cascano.
    Kovalsky http://www.milanofutura.blogspot.com

Trackbacks/Pingbacks