Categorized | Biopolitica, Comunicati

Biotestamento: Obbligo di cura è incostituzionale

– Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, deputato PdL

“Trovo comico che si attribuisca ad un “disegno laicista” la sentenza del TAR del Lazio sulla circolare del Ministro Sacconi che vietava la sospensione di alimentazione e idratazione artificiale. Dovendo motivare perché si rifiutava un ricorso per difetto di giurisdizione, i giudici amministrativi hanno spiegato che in ballo c’era un diritto costituzionale e quindi non spettava a loro sentenziare. Potranno aver male interpretato la Costituzione, ma non hanno debordato dalla loro funzione. La stessa interpretazione della Costituzione, per altro,  sul caso Eluana l’avevano già data la Cassazione e la Corte d’Appello di Milano.Anziché scandalizzarsi intravedendo una congiura politica della magistratura, si farebbe bene a riflettere sul fatto che forse il testo Calabrò, semplicemente, così com’è non è costituzionale e che forse è meglio evitare di porre in imbarazzo il Quirinale prima e, nel caso di promulgazione,  di portare lo scontro– e se la legge venisse approvata senza radicali variazioni vi arriverà al primo caso di una famiglia che voglia rispettare le volontà di un paziente incosciente – fino alla Corte Costituzionale.
Sono d’accordo che non si debba giocare la massacro delle istituzioni e dello Stato di Diritto, ma allora la via maestra non è quella di aggirare la Costituzione e additare al pubblico ludibrio i magistrati che la applicano, ma quella di modificare la stessa carta fondamentale”.


One Response to “Biotestamento: Obbligo di cura è incostituzionale”

Trackbacks/Pingbacks