Categorized | Partiti e Stato

“Legittimo domandare, lecito non rispondere, ma le veline non sono gossip, sono notizie”

– Intervista di Antonello Caporale a Benedetto Della Vedova da La Repubblica del 9 settembre 2009-

Della Vedova, deputato del Pdl: “Berlusconi ha il diritto di difendere il privato, i giornali esercitano un pari diritto di critica”

Come una fastidiosa zanzara che resiste ancora a settembre, Benedetto Della  Vedova, ex figlioccio di Pannella  oggi deputato berlusconiano,  punge a oltranza. Un po’ sopra e un po’ sotto la cintola.

Veline.
«In un paese libero questa è una notizia. Non è gossip, parola che rifiuto di utilizzare».

Provi adesso a coniugare il corpo delle veline con quello di  Berlusconi.
«Rispetto il privato di ciascun cittadino. E perciò anche lui ha diritto di difendere il proprio. Ma i  giornali esercitano un eguale e legittimo  diritto alla critica. Il gioco è questo in democrazia».

Quindi è anche legittimo avanzare domande.

«Legittimo, sì. Com`è lecito che il premier rifiuti di rispondere».

Cambiamo tema: Gianfranco Fini.

«Totale sintonia con Fini. Chiede il consenso sulle idee che avanza e non fa come tanti che piegano al consenso le proprie tesi».

Se continua così rischia di pagarla  cara questa intervista.
«Ho messo nel conto di non essere ricandidato. Però non so fare politica tacendo le mie convinzioni.  Pannella mi ha insegnato a dire sempre quel che penso. Aggiunga che nelle relazioni personali, che pure molto gioverebbero  alla carriera, sono imbranatissimo».

Capezzone, suo ex compagno radicale, è parecchio più prudente e visibilmente utile al gioco  di squadra.
«Capezzone?»

Faccia come lui.

«Il seggio gratifica ma non saprei costruire ogni pensiero per  raggiungerlo. Lo difendo con le idee. Non mi piace che il centrodestra resti impiccato allo Stato  laico».

Senta, non le piace quasi nulla.

«Se Feltri avesse conosciuto le posizioni della moderna destra europea non avrebbe scritto  quell`editoriale. Sa della legge sul testamento biologico firmata da Angela Merkel? Conosce la posizione sui diritti civili del Ppe?  Chiama Fini traditore perché ha in testa l`Msi di Almirante, l`Italietta  bigotta di Fanfani. Roba del  secolo scorso».

Lei va a sbattere.

«L`operazione di Feltri ha pagato?»

Lo chiede a me?

«Andrò pure a sbattere ma il centrodestra non può essere un partito moralista, integralista.  Popolo delle libertà si chiama. Si sono alzati in difesa del privato di Berlusconi gli stessi che solo qualche mese fa avevano scavato e slabbrato la dignità e il destino  privato di Eluana. Ridicolo».

Che fa, insiste?

«Hanno impiccato Fini…».

Finiamola qui. Lei è chiaramente uno scapestrato.


16 Responses to ““Legittimo domandare, lecito non rispondere, ma le veline non sono gossip, sono notizie””

  1. antonluca ha detto:

    applausi fino alla FINI :)

  2. gda ha detto:

    Grande Benedetto!
    Lei e Fini, ma ve ne sono in realtà altri, anche se pochi, siete coloro che ancora mi fanno credere (sperare?)in una destra “europea”, anche in Italia; lei parla di candidature, chissà, magari quando sarà il momento, verranno a chiedere anche il nostro parere (nostro come base elettorale intendo), e allora vedrà, che saranno i clerical-moral-e quantaltro (insomma, immagino sia chiaro a chi mi riferisco), a rischiare la poltrona.

    liberamente vostro GdA

  3. Salvio Di Maio ha detto:

    Mi piacciono molto le posizioni che sta esprimendo recentemente Fini e condiviso l’appoggio che sta facendo Benedetto.
    Ma mettere in conto di non essere ricandidato o rischiare di vedere Fini fuori dalla PDL quale prospettiva futura apre? Si ricomincerà a parlare del famoso terzo polo laico? Con quali vantaggi?

  4. Angela Roveda ha detto:

    meno male che benedetto c’è!

  5. Giuseppe Naimo ha detto:

    La sola risposta “Capezzone?” meriterebbe una standing ovation! A parte ciò, l’intervista è del tutto condivisibile, ancorata saldamente ad un giusto contemperamento tra “poteri”, e ad una visione moderna e coraggiosa del concetto di destra, nonchè espressione di una visione orgogliosa del ruolo del parlamentare, libero da vincoli di mandato. Complimenti, e grazie.

  6. Piercamillo Falasca ha detto:

    Superbe…
    I nervi vanno tenuti saldi, la corsa è lunga e la posta in palio è alta.
    Il ciclista Fini è scattato in salita, ma il traguardo è molto lontano e i compagni di fuga sono pochi (e non tutti scalatori).
    Ma c’è da essere ottimisti, a me pare che ci siano tanti tifosi lungo la strada… e il tifo aiuta.

  7. Luca Cesana ha detto:

    mon dieu, ho fatto proprio bene a fondare un gruppo su Fb “FINI-DELLA VEDOVA: E’ QUESTO IL PDL CHE VOGLIAMO”

  8. leonardo signorini ha detto:

    ..in questo deserto di Tartari..grande Benedetto..Bravo! politica! politica!..bravo..Benedetto e Gianfranco..forse ce la caviamo in questo Paese!!

  9. Luca Cesana ha detto:

    forse ma forse ma forse, Leonardo..

  10. Silvana Bononcini ha detto:

    Beh Benedetto, per essere ” il nulla ” vai da Dio!!!!!

    ( chissà se riuscirò mai a sentire Pannella dire : ” ho fatto una cazzata…” )

  11. Silvana Bononcini ha detto:

    Mi ripeto ma…. questa è una bellissima intervista!

  12. Adriano Teso ha detto:

    Siamo Laici e Liberali, nooo ? Il PDL ha vinto le elezioni con un programma e valori Laico Liberali. Quindi dovrebbe essere guidato da chi questi valori li ha propri e noi dovremmo sostenere chi meglio interpreta e gestisce tali valori. Facciamo l’elenco delle cose di taglio socialista che portano avanti esponenti del PDL e li richiamiamo ai valori fondanti? Fini sembra volerlo fare, anche se una qualche scivolata “social … ista ” la fa anche lui. Libertiamo deve difendere i valori laico liberali appoggiando chi meglio li esprime, ma ricordandogli cosa non va.

  13. Silvana Bononcini ha detto:

    Ma sinceramente spero che Fini frequentando dei radicali migliori ancora…

  14. bagnascus ha detto:

    Complimenti ! finora ,pur apprezzando le idee di BDV,lo avevo sempre considerato un po appiattito su Berlusconi .. non è vero.. unica obbiezione: stare nel PDL significa comunque rimanere una minoranza poco influente..

  15. Silvana Bononcini ha detto:

    sig. Bagnascus scusi, ma altrimenti nel PDL chi lotterebbe per le idee liberali?
    E poi qualche altro spirito libero c’è e parla, per cui c’è dibattito!
    E’ la forza delle convinzioni contro le convenienze di molti!

Trackbacks/Pingbacks

  1. […] Quelli che… chi critica Fini è perché ha in testa l’Msi di Almirante, l’Italietta bigotta di Fanfani. Roba del secolo scorso… […]