Urso: su biotestamento sì a disarmo ideologico

“A me pare che la posizione di Fini sul biotestamento sia maggioritaria nel Paese”. Queste le dichiarazioni rilasciate a Repubblica da Adolfo Urso, viceministro per lo Sviluppo economico e presidente della Fondazione FareFuturo.

Anche ad Urso piace il compromesso proposto da Benedetto Della Vedova: “La legge in discussione in Parlamento può senz’altro essere migliorata. Ma bisogna porsi – sostiene il viceministro – su posizioni costruttive, pensando al disarmo ideologico”.

“Dovremmo puntare – continua Urso nell’intervista – a un contesto legislativo leggero, definendo quello che non si può fare. No all’eutanasia attiva, ad esempio. No all’accanimento terapeutico. E poi lasciare ai medici, alle famiglie la scelta. Il nostro obiettivo dovrebbe essere quello di fare una legge che duri nel tempo, che non sia soggetta ai cambi di maggioranza”.


One Response to “Urso: su biotestamento sì a disarmo ideologico”

  1. Alberto Scarcella ha detto:

    La posizione di Fini è maggiorataria fra la gente, ma in italia la gente non conta niente perchè è interdetta. È minorenne, sempre. Decide il parlamentare per te. E la posizione di Fini all’interno del parlamento è minoritaria e non mi risulta che i nostri politici stiano a sentire l’opinione pubblica quando questa è in contrasto con la loro idea di “bene comune”.

Trackbacks/Pingbacks