Ora che l’Aifa ha deciso, in scienza e coscienza, di consentire anche in Italia l’utilizzo della pillola Ru486, nessuno, tanto meno il Governo, cerchi rivincite.
Se si vuole mettere in discussione la legge che regolamenta l’interruzione della gravidanza, si abbia il coraggio di farlo direttamente, senza praticare un ingiustificato ostruzionismo politico.
I dati resi noti in questi giorni confermano una marcata diminuzione degli aborti, con una relativa persistenza tra le donne immigrate e le più giovani. Una ragione per concentrare le energie sull’obiettivo, comune a tutte le persone di buon senso, di un ulteriore e significativo calo delle interruzioni di gravidanza, partendo dalla diffusione della contraccezione e dai servizi pubblici a sostegno della maternità.

Segnaliamo su Libertiamo.it le sezioni Multimedia, You Tube, Podcast e la possibilità di scaricare i nostri file da iTunes

Fonte Radioradicale.it Licenza 2.5 Ita