Categorized | Biopolitica, Comunicati

Ru486: Della Vedova, basta pressioni, Aifa dia via libera

– Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, deputato PdL

Mi auguro che l’AIFA scelga di dare il via libera alla RU486 in scienza e coscienza, resistendo alle improprie pressioni politiche di quanti vorrebbero sostituire alla scienza e alla deontologia medica la discrezionalità politica.

O si ha il coraggio, apertis verbis, di mettere in discussione la regolamentazione dell’interruzione di gravidanza prevista dalla legge 194, oppure non ha senso precludere alle donne e ai medici la possibilità di utilizzare  tecniche, in questo caso farmacologiche, consentite in negli altri paesi. La stessa  legge 194, del resto, fa riferimento “all’uso delle tecniche più moderne, più rispettose dell’integrità fisica e psichica della donna e meno rischiose per l’interruzione della gravidanza”.

Come per ogni altro intervento medico, credo che anche la scelta di come procedere all’interruzione della gravidanza, una volta arrivati a questa dolorosa decisione rispettando la legge, non possa essere sottratta alla tante volte richiamata “alleanza terapeutica”, cioè ad una scelta che coinvolga i medici e loro pazienti, non il giudizio politico.

Se, dunque, l’Aifa ha deciso, per altro dopo uno scrutinio rigoroso, che nulla osta all’introduzione anche in Italia della RU486, non vedo alcuna ragione di un suo commissariamento politico.


Comments are closed.