Categorized | Diritto e giustizia

Confiscare il veicolo dell’ubriaco è una pena sproporzionata

– E’ nelle piccole proposte, probabilmente, che si riesce a intercettare e stimolare l’istinto libertario degli italiani. In queste ore ci stiamo provando con un emendamento all’articolo 22 del ddl in materia di sicurezza stradale in corso di discussione alla Camera dei Deputati. L’ipotesi di modifica è stata presentata da Benedetto Della Vedova insieme ad altri tre deputati del Popolo della Libertà (per onestà intellettuale, va detto che l’iniziativa non è partita né da Libertiamo né dal suo presidente, che però l’ha subito sposata): l’idea è quella di abrogare la confisca obbligatoria del veicolo per chi guida (ma non causa incidenti) in stato di ebbrezza o sotto effetto di sostanze psicotrope. L’elenco delle sanzioni previste (ammenda, arresto, sospensione, revoca e ritiro della patente) è già sufficientemente ricco come sistema di deterrenza: la confisca, introdotta nel Codice della Strada dal Pacchetto sicurezza dello scorso anno (e proposta dai vertici della Polizia già dal 2006), è assolutamente sproporzionata rispetto al bene giuridico leso dalla condotta che si assume penalmente rilevante.
Se venisse approvato l’emendamento, quindi, la sanzione della confisca resterebbe solo nel caso in cui il conducente ebbro abbia causato un incidente. Anche in questo caso, però, la confisca verrebbe esclusa qualora il veicolo, che sia un’automobile, una motocicletta o uno scooter, sia di proprietà di una persona estranea al reato o se il veicolo in questione sia destinato stabilmente ad uso della famiglia. Ci appare particolarmente sensato, infatti, prevedere che le colpe del conducente non si estendano ad i suoi familiari e che la pena per il comportamento che si intende sanzionare non si traduca in una piccola tragedia economica: perché privare un lavoratore dell’automobile che magari sta ancora pagando a rate e che usa per recarsi al lavoro, se il figlio di costui ha alzato il gomito e, tornando a casa, tamponato un’altra automobile?
L’introduzione della confisca obbligatoria del veicolo è la classica reazione del legislatore intenzionato a inasprire le pene per la violazione di un certo obbligo di legge, pensando in questo modo di ricondurre a più miti consigli i potenziali trasgressori. Ma bisogna avere molta cautela, prima di accettare la furia moralizzatrice o, peggio, la logica delle grida manzoniane. Non è affatto detto che la previsione di una sanzione così pesante quale l’esproprio di un bene di proprietà renda più severa e rispettabile una norma: quanti agenti di Polizia, presi alle strette, rinunciano a sanzionare un poveretto brillo per evitargli una pena tanto gravosa? La sproporzione tra comportamento da sanzionare e pensa introduce nei fatti un elemento di discrezionalità e di scarsa trasparenza.
Quando si accetta l’idea che lo Stato detti regole sui comportamenti di un individuo usando criteri giocoforza arbitrari, come la quantità di alcol per litro di sangue, perché si crede che questo serva a tutelare la sicurezza degli altri e a non invaderne la loro personale sfera di libertà, è opportuno non attribuire a questo potere una valenza assoluta e smisurata, quale è la confisca di un bene di proprietà anche per chi beve un paio di bicchieri di vino a cena da un amico.


Autore: Piercamillo Falasca

Vicepresidente di Libertiamo. Nato a Sarno nel 1980, si è laureato in Economia alla Bocconi e ha frequentato il Master in Parlamento e Politiche Pubbliche della Luiss. E' fellow dell’Istituto Bruno Leoni. Ha scritto, con Carlo Lottieri, "Come il federalismo può salvare il Mezzogiorno" (2008, Rubbettino) ed ha curato "Dopo! - Ricette per il dopo crisi" (2009, IBL Libri). Ha scritto anche, nel 2011, "Terroni 2.0", edito sempre da Rubbettino.

20 Responses to “Confiscare il veicolo dell’ubriaco è una pena sproporzionata”

  1. Alberto Scarcella ha detto:

    Decisamente sensato. Queste sono leggi, punitive per chi è responsabile diretto del fatto ma pienamente rispettose dei diritti altrui, soprattutto di quelli di proprietà, che in Italia sono molto trascurati…

  2. Alessio ha detto:

    Fateci sapere se riuscite ad approvare questa norma…

  3. Piercamillo Falasca ha detto:

    Vorrei portare i lettori di Libertiamo a conoscenza del fatto che l’emendamento è stato ideato e scritto da Lucio Scudiero, giovane collaboratore di Libertiamo. Merito al merito.

  4. Giovanni Basini ha detto:

    gran bella mossa ragazzi, condivido appieno

  5. Pena severa ma serio accertamento dello stato di ubriachezza. Non vedo furie moralizzatrici. La vera sfera di libertà violata è quella della vittima, e punire dopo il danno è un pò grottesco, la sanzione non è indennizzo né repressione, è deterrenza,

  6. Alessandro Caforio ha detto:

    Concordo con l’iniziativa per molte delle ragioni esposte. Ci sono però almeno altri due punti della normativa da “rivedere”. Il primo riguarda una insopportabile disparità di trattamento tra le droghe legali ed illegali. Per le droghe legali, l’alcol, c’è una “soglia” da superare mentre per quelle illegali, ad esempio la marijuana, incorro nei rigori della legge, direbbe Totò, a prescindere.

    Il secondo punto invece apre più in generale una questione sulla “certezza del diritto”. Faccio un esempio: io e il Dott. Falasca ci beviamo una bottiglia di vino e veniamo fermati per un controllo alla guida dei nostri veicoli. Siccome peso 100 chili più del Dott. Falasca, avrò maggiori possibilità di “sfangarla” rispetto a lui che sta già facendo la tessera dell’autobus…

    Quindi, paraddossalmente, da antiproibizionista dico “tolleranza zero”, chi guida non beve.

  7. alberto scarcella ha detto:

    Alessandro Caforio, vedrai che piano piano, a furia di multe salate la gente si abituerà a non bere per niente se deve guidare. Come oggi si è finalmente abituata a mettere la cintura di sicurezza.

    Sulle droghe è questione di mentalità. Finchè saremo in “democrazia” vincerà la sotto-opinione di maggioranza, e quindi i perbenisti e i moralisti del kaiser che considerano una sostanza DROGA!!! perchè ha l’etichetta di droga mentre un atra no perchè non ce l’ha.

    E vogliono decidere per gli altri…

  8. ANDREA Benatti ha detto:

    vi lascio il della nostra petizione
    se troverete interessanti o potrete darci aiuto tutto e’ ben accetto!
    la cosa che trovo piu assurda e’ che bastava copiare e mettere in atto cio’ che stanno portando avanti in america per contrastare la guida in stato di ebrezza e la guida sotto sostanze stupefacenti.
    per lo meno non rovinano le persone con provvedimenti sproporzionati che non sono stati attuati neppure x chi ha fregato soldi a migliaia di persone
    http://www.facebook.com/group.php?gid=43356741861

  9. Mario Rossi ha detto:

    Credo che il buon senso sia venuto completamente a mancare quando hanno consentito l’entrata in vigore di questa legge assurda.
    Facendo un paragone se sei ubriaco marcio , investi uno e scappi via , per poi magari dopo giorni essere individuato non ti confiscano la macchina e le conseguenze penali sono pressochè simili (se non ci scappa il morto eh).
    Da noi oltre 10 000 persona accolgono a braccia aperte questa vostra iniziativa e siamo con voi per qualsiasi cosa si possa fare!
    Gruppo su facebook contro la confisca dell’auto http://www.facebook.com/group.php?gid=43356741861&ref=ts

    Mario R.

  10. christian ha detto:

    condivido con voi cuesta iniziativa per la confisca del veiculo auguri

  11. paolo callegarin ha detto:

    Anke a me hanno tolto patente ( 1 anno )multa( 2500 euro)e confisca mezzo( ma andro’ avanti con avvocati e quant’altro possa servire per anni piuttosto di regalare la MIA macchina a quelle grandissime teste di cazzo….quindi….appoggio assolutamente qualsiasi iniziativa

  12. Vito ha detto:

    Salve risiedo in Austria da anni per lavoro…qui le pene per chi guida in stato di ebbrezza sono dure da anni ma giustamente non esistono dei posti di blocco che massacrano tutti!!!Corri,superi i limiti di velocita,guidi a zig zag…ok ti fermano…..multa,punti ma mai il sequestro del mezzo!!!Non sarebbe piu giusto limitare con ATTENZIONE i linmiti di velocita,i passaggi pedonali(provate qui a non dare la precedenza a un pedone!!).Si in effetti in Italia la circolazione stradale e scorretta…….ma da qui a fare dei posti di blocco(mi ricorda qualcosa….Di Pietro dove sei???non fai soldi cosi??…):Certo e comodo,una pattuglia sola,poche spese grandi incassi…vergogna!!!Ultima cosa…chi controlla i controllori???>Una sera rientrando da Ud verso l Austria in un autogrill ho trovato una pattuglia della stradale…….2 birre da mezzo a testa…..non saremmo gia fuori dai limiti??
    Lo so 2 birre da mezzo per 2 omoni che lavorano al freddo non sono niente….ma se le bevo io???
    Investiamo sull educazione stradale….andiamo piu piano…e anche da non perfettamente sobri l abitidine ci fara guidare nel rispetto delle regole e non faremo dei brutti incidenti.
    Buona fortuna,si comincia a cambiare da qui

  13. Gabriella ha detto:

    la vigilia di natale dopo una cena a casa mio marito esce per accompagnare un amico a casa propria, davanti al cancello di casa lo ferma la stradale fanno il loro DOVERE con conseguente ritiro della patente e confisca del mezzo quando bastava dire caro signore parcheggi e vada a nanna a 10 mt da casa, una rovina la macchina la stiamo ancora pagando ne abbiamo per ben 5 anni se non me la rendono col piffero che la continuo a pagare. Ma riceveranno un premio per tutto questo? mi vergogno di essere italiana di vivere in uno stato gestito da chi sappiamo dove chi beve 2 bicchieri di vino viene trattato peggio dei mafiosi mentre agli assassini danno gli indulti VERGOGNA

  14. Gabriella ha detto:

    dimenticavo intanto lotto con gli avvocati e poi vi farò sapere VERGOGNA…

  15. MAASIMO ha detto:

    Forza andate avant con questa iniziativa , le pene devono essere proporzionate al reato. se non c’e’ stato l’incidente almeno evitiamo la confisca dell’auto.

  16. Federico ha detto:

    Sono daccordo, una persona senza patente non puo guidare nulla, quindi la confisca dell’auto non ha nessun senso e la pena non e uguale per tutti perche ci sono veicoli che hanno valori economici diversi……

  17. Giorgio ha detto:

    Bravi! Mi associo e spero si giunga ad un emendamento almeno in ordine alla confisca. Primo perchè è decisamente anticostituzionale; secondo perchè è evidente che serve esclusivamente a riempire le casse di uno stato continuamente pieno di debiti per pagare la “casta”; terzo perchè la più grande cazz…contenuta nella legge dice che al trasgressore si confisca il mezzo perchè nelle sue mani diventa un’arma. Però se il trasgressore, riottenuta la patente, si compra un altro mezzo uguale a quello rubatogli dallo Stato o ne usa un altro simile di proprietario diverso va bene. Non è più un’arma!
    Tra l’altro, se si intendesse proseguire legalmente in modo vario, ho anche una figlia avvocato la quale, salvo bolli o imposte varie, sarebbe disponibile a vedere il tutto a costo zero per tutti.
    Per contatti sono su facebook (critico d’arte) o alla email
    Un in bocca al lupo a tutti

  18. W ITALIA ha detto:

    Spero vi tocchi a voi o ai vostri figli …poi se ne parla

  19. roberto milano ha detto:

    va bene le sanzioni a condizione che siano uguali x tutti . E poi sappiamo tutti che 1,51 x litro su un corpo di 120 kg , non è uguale …su un corpo di 65 kg , senza contare che non tutti hanno la stessa soglia di sopportazione alcolemica , gli addetti ai lavori dovrebbero usare un pò di più il buon senso , e non mi venite a dire che non si può riconoscere una persona in grado di guidare e non !!!!!!!se cosi’ non fosse siamo nelle mani di ………chi?????? sono accordo ad andare in piazza.
    in bocca al lupo a tutti.

  20. Riccardo V ha detto:

    Ovviamente questa legge è rimasta uguale anzi si è inasprita ancora di + ad agosto 2010. non ho parole

    ITALIA R.I.P.

Trackbacks/Pingbacks