Unioni civili: Della Vedova, Andrò al Gay Pride, con la posizione del PPE

Con un editoriale pubblicato quest’oggi su Il Secolo d’Italia Benedetto Della Vedova, parlamentare del Pdl, annuncia che il 27 giugno parteciperà al Gay Pride nazionale di Genova con una posizione in tema di riconoscimento delle unioni civili omosessuali uguale a quella prevalente in tutte le grandi forze politiche del PPE.
In polemica con le dichiarazioni rilasciate ieri da Carlo Giovanardi, che salutava nel successo dei conservatori in tutta Europa la rivincita “contro le lobby-gay”, Della Vedova scrive, riferendosi al Partido Popular di Rajoy, alla Cdu della Merkel e all’Ump di Sarkozy: “Queste forze politiche e i loro leader hanno assunto una linea politica pragmatica, in grado di conciliare quanto nell’Italia del perenne scontro ideologico sulla ‘famiglia’ si vorrebbe invece inconciliabile: politiche efficacemente pro-family e politiche di riconoscimento dei diritti delle coppie gay.” Questo, prosegue il parlamentare del Pdl, è il centro-destra moderno che vince, anche perché “non si impanca a giudice dei costumi e dei comportamenti privati, ma, semplicemente, prende atto di quanto accade nella società ed estende la regolamentazione giuridica a forme di convivenza e coabitazione stabile, che si vanno sempre più diffondendo e che i partners vogliono affrontare in modo reciprocamente responsabile. Si tratta di definire un quadro giuridico ‘minimo’, che consenta ai partner di assumere impegni di mutua solidarietà e di tutelare i rispettivi interessi, all’interno della coppia e nei confronti di terzi. Nulla di più, nulla di meno.”
Della Vedova conclude il suo pezzo con una frase dell’ex Presidente Usa Dick Cheney, che nelle scorse settimane ha clamorosamente affermato di non avere niente in contrario al fatto che negli Usa alcune legislazioni statali riconoscano i matrimoni gay: “’I think freedom means freedom for everyone’” ha detto il vecchio Dick Cheney. E non si potrebbe dire di meglio”.

Roma, 17 giugno 2009


One Response to “Unioni civili: Della Vedova, Andrò al Gay Pride, con la posizione del PPE”

  1. Barbara ha detto:

    Bravo!

    Il centro destra è succube della gerarchia cattolica in tema di famiglia salvo poi veder spuntare veline ed escort ovunque.

Trackbacks/Pingbacks