Vietati ormai i sondaggi elettorali per le Europee del 6 e 7 giugno, gli amici di Nota Politica si dedicano all’ippica e ci regalano le previsioni del Grand Prix del Presidente, la corsa dei cavalli che si svolge in Italia in quegli stessi giorni, nel contesto di una serie di gare che si corrono in contemporanea in tutta Europa.

Secondo le informazioni che Nota Politca raccoglie tra esperti e appassionate di corse clandestine, Varenne resta il gran favorito con il 40,3, in miglioramento del 2,9 rispetto alla gara dello scorso anno. Non sembrano quindi incidere sulla performance le indiscrezioni sulla vita dissoluta del suo fantino. Ottima la condizione di forma di Groom de Bootz, gran cavallo di razza padana, con il 9,6, buon risultato anche se inferiore alla sua migliore prestazione di sempre.

Fan Idole è accreditato da Nota Politica del 26,1: un anno travagliato per il cavallo cresciuto tra quercie, margherite ed oliveti, con cambio di fantino e screzi tra i dirigenti della scuderia. Ma è un dato che, se confermato al Gran Prix, eviterebbe il disastro. Arriverebbe al 7,7 Galopin du Ravary (il cavallo che Nota Politica definisce amico dei giudici di gara), migliorando di molto il 4,4 dell’anno scorso. Stabile al 5,6 Ipson de Mormal (un cavallo dal carattere moderato, che partirà al centro della griglia). Nessun altro cavallo raggiungerebbe il valore minimo per qualificarsi, il 4, con il cavallo operaio General du Pommeau al 3,2, penalizzato dalla creazione di un’altra scuderia da parte di un suo ex fantino di origine pugliese. Quest’ultimo, con Gebrazac, è al 2,7.

Al link di Nota Politica, le previsioni degli scommettitori.