Nel corso della sua conversazione con i giornalisti a Sharm el Sheik, alla vigila del vertice italo-egiziano, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha ribadito la posizione del governo italiano per il Medio Oriente: 2 stati per 2 popoli.“E’ una prospettiva – ha detto Berlusconi – che tutti auspichiamo”, sebbene la consideri al momento “molto difficile”. Dall’incontro con il ministro degli esteri israeliano Avigdor Lieberman, il premier italiano ha tratto segnali positivi. Agli occhi di Berlusconi il ministro israeliano è parso “molto ben disposto. Certo, c’e’ bisogno d’altra parte di qualcuno che sia in grado di sottoscrivere gli accordi”.