Categorized | Capitale umano, Comunicati

Immigrazione: Cazzola (Pdl), Italia già multietnica

“Basta osservare quanto è avvenuto nella struttura sociale dei Paesi che prima di noi hanno affrontato il problema epocale dell’immigrazione per rendersi conto che l’Italia è già oggi ed è destinata a divenire sempre più un Paese multietnico, multirazziale e perciò anche multiculturale”. Sono le parole di Giuliano Cazzola, deputato del Pdl e vice presidente della Commissione Lavoro della Camera. Per Cazzola si tratta di “processi difficili ma inevitabili”, che “la politica deve gestire i problemi con rigore e fermezza, aiutando l’opinione pubblica e le comunità amministrate “ad essere razionali. Non è un caso che Ibrahimovic sia uno svedese. Tra qualche decennio anche il sindaco di Varese porterà un cognome arabo o rumeno come tanti immigrati di seconda o di terza generazione, divenuti cittadini italiani”.


One Response to “Immigrazione: Cazzola (Pdl), Italia già multietnica”

  1. LEGGI CHE SIANO APPLICATE A LIVELLO EUROPEO
    Certo, io parlo d’immigrati e non di clandestini, ovvio che dietro ce un business: per questo, ci sono stati un sacco di arresti in tutta Italia e all’Estero. Ma a parte il sud povero in una città è sicuro viaggiare, gestire un esercizio o passeggiare visto che anche dei maschietti sono stati stuprati? Purtroppo la Chiesa è assente, ma presente per assisterli come la Sinistra che per 60 hanno assistito come la mia ex suocera che aveva molte pensioni! In un’inchiesta parla va di 1.800.000 di assegni d’assistenza con 600.000 abitanti. Altro dato che dimostra la civiltà democratica è avere in carcere 60.000 carcerati ti pare Democratico è civile? Chi incolpare? Ovvio, la Sinistra come pure alla Destra che non si siedono ma ad un tavolo con rilancio di Riforme ed alcune questioni:
    1) La prostituzione
    2) Gli assegni pensionistici da rivedere
    3) Infrastrutture che servono e come affermare che la superstrada che parte da Olbia verso Orgosolo non è utile.
    4) Rivedere gli assegni INPS livellarli al costo della vita e perchè non istaurare la vecchia idea del PCI-CGIL dividere l’introito INPS tra tutti i pensionati.
    5) Sistema credito con tassi giusti e abolizione del segreto bancario.
    Giustizia che i terroristi e delinquenti marciscono in galera altri comuni con microchip liberi al lavoro che nobilita. UTOPIA? direi di no, ma solo se la Sinistra lo vuole sarebbe realtà e non cagnara: tanto meglio nel peggio!
    Vincenzo Alias Il Contadino Matera

Trackbacks/Pingbacks