Ma sui metrò milanesi la Lega dove farebbe sedere Balotelli?

Se Franceschini continua a blaterare sul pericolo di “leggi razziali” nella Lega si trova sempre qualcuno pronto a blaterare per dargli ragione: cosa difficile, ma non impossibile. La proposta dell’on. Salvini di riservare posti a sedere o vagoni sui metrò di Milano ai “milanesi” (e non agli stranieri) sembra concordata con l’ufficio stampa del segretario del Pd. Ma purtroppo non è così.
Il rischio “razzismo” rimane lontano. Questi leghisti non vogliono fortunatamente fare le cose che dicono. Fanno marketing, mica politica.
Queste uscite sono qualcosa di simile agli spaghetti che Achille Lauro regalava ai suoi elettori. Un pacco di pasta fa sempre comodo a chi ha fame. Un po’ di pregiudizio fa sempre piacere a chi ha paura dello “straniero”. In cambio di un voto, questo e altro. Che questo commercio degradi la politica e corrompa insieme gli elettori e i partiti, al Carroccio non importa assolutamente nulla. E di questo disinteresse nel Pdl qualcuno dovrebbe iniziare a interessarsi, prima che sia troppo tardi.
Rimane un dubbio: se passasse questa geniale proposta, sui metrò di Milano dove farebbero sedere Mario Balotelli?


Autore: Carmelo Palma

Torinese, 44 anni, laureato in filosofia. E' stato dirigente radicale, consigliere comunale di Torino e regionale del Piemonte. Direttore dell’Associazione Libertiamo e della testata libertiamo.it. Gli piace fare politica, non sempre gli riesce.

18 Responses to “Ma sui metrò milanesi la Lega dove farebbe sedere Balotelli?”

  1. Alessandro Caforio ha detto:

    Carmelo, che domande… Balotelli, se non sbaglio, è di famiglia adottiva bresciana. Qundi andrà nel vagone dei bresciani, subito dopo quello dei varesini o varesotti che dir si voglia…

  2. Piercamillo Falasca ha detto:

    Ma noi terroni avremo diritto ad un vagone dedicato?
    Anche se non ci fossero posti a sedere, a noi andrebbe bene lo stesso…

  3. Alessandro Caforio ha detto:

    Sì, ma prima devi passare a Treviso e lasciare l’impronta del naso al Prosindaco ( ??? ) Gentilini. Poi con il relativo certificato nasale ti rechi all’apposito ufficio del registro nasale dell’ATM ed il gioco è fatto :-(

  4. Ghino di Tacco ha detto:

    Stavo scrivendo “qui si sta sfiorando il ridicolo”, ma mi sono pentito di tanto ottimismo…

  5. Silvana Bononcini ha detto:

    D’accordo con Ghino di Tacco! :-(

  6. Giorgio ha detto:

    Balotelli è residente a Milano? Si siederà, quindi, nelle carrozze dedicate ai milanesi.
    Proprio come succedeva a Venezia fino a qualche mese fa, dove vi era una linea di vaporetti dedicata ai soli veneziani.

  7. Alessandro Caforio ha detto:

    Quindi si tratterebbe di un provvedomento rivolto ai turisti? Di male in peggio…

  8. Alessandro Caforio ha detto:

    Peso el taccon del buso. ( Libertiamo.it multilingue, così veniamo incontro ai diversamente ignoranti )

  9. Ermanno Cimini ha detto:

    diversamente sapiente, vuoi dire, caro Alessandro…

  10. Mino ha detto:

    «Tra dieci anni i milanesi saranno minoranza e finiremo per riservare loro dei posti sul metrò come si faceva per i mutilati e gli invalidi di guerra, intanto chiediamo all’Atm la possibilità di riservare una o due carrozze alle donne, italiane e no, viste le centinaia di denunce di aggressioni, palpeggiamenti, insulti, apprezzamenti pesanti che le donne subiscono ogni giorno»

    Non mi sembra ci sia alcuna richiesta di riservare posti ai milanesi, ma solo una battuta.
    Poi purtroppo i media fanno presto ad alterare le dichiarazioni, spiace che ci caschino anche blog di dx.

    Basta conoscere minimamente Salvini per sapere che non avrebbe mai fatto sparate simile, e stiamo parlando di un personaggio che scrive per i blog di tocqueville.
    Purtroppo ci si lamenta della disinformazione dei giornali, spiace notare che in questo caso ci siano anche blog che pecchino quantomeno di superficialità.

  11. Alessandro Caforio ha detto:

    A me risulta che Salvini interviene a sostegno della Sig.ra Raffaella Piccinni, candidata della Lega alla provincia.

    La Sig.ra Piccinni ( ma piccinni,piccinni… )dice che:

    “La metropolitana fa schifo ed è sporca. Cosa ci vuole ad aggiungere un vagone per sole donne?”. A lanciare la proposta è la candidata al consiglio Provinciale nella circoscrizione 19 per la Lega Nord, Raffaella Piccinni. E alla domanda se anche per gli extracomunitari lei pensa sia necessaria una soluzione del genere, la giovane candidata del Carroccio ha detto: “sì, anche se poi arriverà Franceschini, con il mocassino, a dire che stiamo ghettizzando. Però intanto lui gira con la scorta”. La richiesta di un vagone per sole donne, ed eventualmente per soli extracomunitari, è spiegata secondo Piccinni dal fatto che “ci sarebbe più sicurezza, non ci sarebbe quello che ti affianca e si struscia”. “Ho preso una volta la metropolitana – ha spiegato – e sembra l’inferno. Tutti i giorni le persone si svegliano, vanno a lavorare con la metro e sembra che debbano subire l’espiazione di una colpa come in un girone dantesco”.

  12. Andrea B ha detto:

    Quella del Salvini sarà stata una boutade, ma si sono già levate tante di quelle voci a supporto della “proposta”, che lamentano inciviltà, sporcizia, mancato pagamento del biglietto da parte di tanti frequentatori della metro.
    Basterebbero un po’ di controllori in giro che fanno le multe, polizia di pattuglia e carcere sicuro per anni se qualcuno aggredisce il controllore per risolvere la situazione…altro che queste sparate anti-costituzionali e razziste.

  13. Giulio Becattini ha detto:

    Franceschini farebbe meglio a stare zitto…
    Salvini se vuole dire queste cose (credo veramente che era una battuta), ma se le dicesse sul serio c’è da dirgli che ha sbagliato partito è meglio che se ne vada nel PD.
    Ah, perché nessuno ricorda i muri per dividere gli extracomunitari di Padova e le corse dei mezzi pubblici fatte appositamente per gli extracomunitari a Foggia? Di quale partito credete sono tali amministratori? Gli stessi che dicono che bisognava farli entrare tutti, ma che poi sono i primi ad alzare i muri ed accusare di razzismo gli altri.

  14. Agostino Pagliaro ha detto:

    Signori, non siate deliranti e ridicoli.
    La destra italiana, di cui voi fate orgogliosamente parte è razzista.
    Il razzismo è l’onda demagogica cavalcata dal “dittatore” (così lo definisce la stampa europea) Berlusconi nella scorsa campagna elettorale per le politiche.
    Ricordo ancora il manifesto “MAI PIù CLANDESTINI SOTTO CASA!
    Ricordo ancora le risate di mio padre (liberale e democratico, quindi matematicamente anti-berlusconiano), nel leggere quel capolavoro di rozzo populismo in stile Pinochet o Vargas.
    Per cortesia, onde di far diventare l’Italia un circo che accolga ed alimenti il divertimento dei Francesi, dei Finlandesi, degli Spagnoli (viva Zapatero) e degli Anglo-Americani, piantatela di parlare di Toqueville, liberismo, intellettualità vicine alla linea anglosassone di B.Disraeli.
    Il Pdl, il vostro partito è il partito più rozzo, interprete di una destra becera che sfrutta l’onda e l’ignoranza popolare per innestare meccanismi di secolarizzazione dell’elettorato. Eh già, perchè l’elettorato dell’imperator Silvio è secolarizzato. Tutto il popolo delle partite di seria A, tutto il popolo del meriggio di Santa Barbara D’Urso, il popolo di quel clericalismo violentemente sapiente e forcaiolo.
    Questo rappresentate.
    E lo sapete.

  15. Alessandro Caforio ha detto:

    Io ho lo stesso tuo problema di memoria corta ma mi faccio aiutare da Google
    http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo326842.shtml

    In politica, spesso, i piani si intersecano. In questo momento si intersecano la campagna elettorale per le provinciali di Milano con quella per le europee: francamente non sembra una grande idea anche se potrà portare risultati anche tangibili.

    L’aspetto peggiore è che tutto questo polverone elude la vera questione e i dati di fatto. Oltre la metà di coloro che sono clandestini hanno fatto regolare ingresso con visto turistico. I disperati dei barconi sono una quota residuale.

  16. Andrea B ha detto:

    X il Signor Pagliaro: a dispetto dei suoi toni sprezzanti, provo una certa soddisfazione, nel vedere che le posizioni politiche espresse in questo sito mettono in crisi i suoi schemi mentali.
    I quali, malgrado la sua prosopopea, mi sembrano alquanto limitati e piuttosto banali nei contenuti.

  17. nanou ha detto:

    amo la metro di parigi !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

Trackbacks/Pingbacks