Categorized | Comunicati, Partiti e Stato

Il referendum crea dei malumori

Benedetto Della Vedova, Pdl, pensa all’ipotesi di una lista che tenga insieme il partito di Berlusconi e quello di Umberto Bossi.

Intervista di Lanfranco Palazzolo su Voce Repubblicana del 15 aprile 2009.

http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna&currentArticle=LE2QP


One Response to “Il referendum crea dei malumori”

  1. Enrico ha detto:

    Non sono d’accordo. PDL e Lega hanno tratti in comune ma la piattaforma programmatica differisce assai, e i “metodi di governo” sono assolutamente inconciliabili. Piuttosto, il PDL dovrebbe iniziare ad elaborare una serie di politiche che siano di confronto/scontro con la Lega; nel PDL si fa sempre i buonisti, ma in Lega non c’è assolutamente questo spirito di benevolenza nei nostri confronti, in Veneto vogliono a tutti i costi scalzare l’attuale classe dirigente del centrodestra, e le prossime elezioni amministrative per loro sarà un’occasione per tastare il terreno in vista delle prossime regionali, possibile che non lo si capisca?!?! Per quanto bene possa aver fatto, non esiste che il prossimo anno in Veneto si candidi Zaia al posto di Galan!!! Inoltre, non capisco perchèsi sia lasciato perdere quel progetto di federare il PDL Veneto a quello nazionale, sulla scia dell’esempio datoci dalla CSU bavarese, ipotizzato da Galan e dal Movimento dei sindaci di FI/PDL: per noi che viviamo a Nord-Est, compressi tra due regioni a statuto speciale, il federalismo e l’autonomismo sono tematiche assolutamente irrinunciabili e di certo non cozzano con l’essere liberali, anzi. Ma di certo non vado a votare Lega solo perchè penso che dovremmo dare più autonomia alle nostre regioni.

Trackbacks/Pingbacks