VIDEO – Ultima ( forse ) puntata della conversazione Pannella – Bordin

– Segnaliamo il vivace scambio di opinioni nella conversazione settimanale del giorno di Pasqua. In un crescendo rossiniano il Direttore Bordin annuncia che quella in corso è l’ultima conversazione settimanale da lui condotta. Appuntamento a domenica prossima alle 17.

Segnaliamo su Libertiamo.it le sezioni Multimedia, You Tube, Podcast e la possibilità di scaricare i nostri file da iTunes

Fonte Radioradicale.it Licenza 2.5 Ita


5 Responses to “VIDEO – Ultima ( forse ) puntata della conversazione Pannella – Bordin”

  1. Silvana Bononcini ha detto:

    Buona Pasqua!

  2. Alessandro Caforio ha detto:

    Auguri! Silvana, mettiti la foto nei commenti http://www.gravatar.com

  3. Alessandro Caforio ha detto:

    Da IL GIORNALE del 14 aprile 2009

    Ennesima lite in casa radicale. Marco Pannella e Massimo Bordin, direttore di Radio radicale, si sono scontrati a microfoni aperti. Il giornalista ha rinfacciato al politico di essere l’unico a fare dei digiuni un’arma politica, osservazione che Pannella ha tacciato di falsità. Secco Bordin: «Non sono metodi molto belli…». Reattivo Pannella: «Non sarà bello ma bisogna vedere a quale concetto di bello si fa riferimento». Duro il giornalista: «Al potersi guardare allo specchio. Andiamo avanti per l’ultima conversazione». Pannella sorpreso: «Se è questo a cui volevi arrivare, diventerai un martire». La replica: «Figurati se voglio essere martire». Ricuce il leader: «Farò a meno del prestigio di questi dibattiti ma sopravvivremo entrambi». E Bordin: «Non c’è dubbio».

  4. Giovanna ha detto:

    Pagina 16
    (14 aprile 2009) – Corriere della Sera

    Digiuni radicali Lite in diretta Pannella-Bordin

    ROMA – B: «Caro Marco, dovrai trovarti un altro interlocutore, io non servo più». P: «Se è questo a cui volevi arrivare, domani sarai anche tu un martire di Pannella». B: «Ma figurati». P: «Sopravviveremo entrambi». B: «Questo è sicuro». Pomeriggio di Pasqua, sono quasi le 18 su Radio Radicale e la tradizionale conversazione domenicale di Marco Pannella con Massimo Bordin (insieme nella foto) si impenna in un lungo battibecco in diretta. E si chiude con Bordin che chiede il «divorzio» dal programma. Pannella ha appena annunciato uno sciopero della fame. «Notizia importante», commenta Bordin. «Non è vero, non conta niente, è solo una normalità non violenta», ribatte il leader radicale. «Ma che dici Marco, un tuo digiuno conta». «No, ne avrò fatti 500». La discussione si inchioda sul punto. «Tu sei l’ unico politico a fare i digiuni», osserva Bordin e vorrebbe essere un complimento. Pannella la prende male: «Tu menti, ci sono tantissimi radicali che lo fanno da anni». Tono ancora formale ma stizzito. «Tu sei allusivo», accusa Pannella. «Ma che, mi stai dando del mafioso?», si risente Bordin. «Mi spiace che oggi tu abbia preso questa piega. Sono metodi politici non molto belli». Replay. «Tu alludi», dice Pannella. «Caro Marco, prendo atto di essere fuori linea». «Ma vattelo a trovare altrove, il fuori linea». «Credo di esserti pure antipatico ma non è un problema. Continuiamo pure, per stavolta. Faremo il top di ascolti, però vi assicuro che questa sarà l’ ultima trasmissione che facciamo insieme». Se così sarà, è ancora da decidere, anche perché nel frattempo l’ ira è sbollita, almeno quella di Bordin che da quasi 10 anni ogni domenica («Ne avrò saltate 3 o 4») fa da sparring partner radiofonico di Pannella. «Non è che abbiamo litigato… Però se la conversazione deve essere un motivo per evidenziare solo le cose che lui non apprezza di me…. allora la trasmissione diventa poco funzionale, bisogna che si trovi un altro conduttore». Un precedente («Ancora più epico») fu quando Pannella voleva rimuovere Capezzone dalla rassegna stampa e Bordin si oppose. La successione comunque non sarà cosa veloce. «Beh, ho già qualche nome, Vecellio, Bandinelli, Galli. Ma se Marco non vuole, non posso imporglieli, lui è l’ editore… La prossima volta mi sa che ci sarò ancora io, lo sopporto da oltre 30 anni, posso farlo per qualche giorno ancora». Giovanna Cavalli

    Cavalli Giovanna

  5. Massimiliano ha detto:

    A parte l’inconsistente reale motivazione dello scontro, io credo riscontrabile in un tic nervoso di polemica a tutti i costi, ormai cronico, di Pannella , straordinario esempio di cosa dovrebbe essere possibile vedere accadere in qualsiasi organo di informazione realmente tale : Editore e direttore che battibeccano davanti a tutti, e oltretutto, in realtà, sul nulla…….Grazie di esistere Radicali.

Trackbacks/Pingbacks