Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, deputato PDL

L’attacco a Gianfranco Fini firmato Militia Christi testimonia un’offensiva estremista, nel linguaggio e nei toni, contro chi ha avuto il solo “torto”, nella vicenda di Eluana Englaro, di assumere una posizione moderata, liberale, europea; informata alla pietà e al dubbio piuttosto che alle certezze espresse da tanti.
Del resto, l’espressione “omicidio” a proposito di Eluana usata nello striscione contro il Presidente della Camera, purtroppo, non è una novità di oggi.
Sono certo che Gianfraco Fini trarrà da questo episodio ancora maggiore convinzione per la ricerca di soluzioni legislative equilibrate sui temi della biopolitica, ispirate al rispetto della libertà e dei convincimenti eticoreligiosi di tutti gli italiani e al senso profondo della laicità delle istutizioni. Posizioni che solo il paraocchi dell’ideologia e l’incapacità di guardare cosa si muove nella società europea ed italiana può portare a definire laicismo esasperato o addirittura sentimento antireligioso.