Bio-testamento: italiani contrari, Pdl rifletta

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, deputato Pdl –

I dati del sondaggio di Renato Mannheimer sul bio-testamento pubblicato quest’oggi dal Corriere della Sera certificano in modo indiscutibile quale sia l’orientamento prevalente nell’opinione pubblica italiana e, cosa ancora più importante, in quella parte di essa che si professa cattolica. I principi del Ddl Calabrò (a partire dalla non vincolatività delle direttive di trattamento, e dall’esclusione di idratazione e alimentazione forzata dal novero dei trattamenti sanitari) non sono condivisi dagli italiani.
E’ chiaro che non si può fare nessuna legge “trascrivendo” i risultati di un sondaggio di opinione. E una maggiore prudenza richiedono le leggi sui temi eticamente sensibili. Rispetto a materie in cui si rischia di limitare la libertà individuale, bisogna guardarsi dalla “tirannia della maggioranza”. Ma, a maggiore ragione, bisogna opporsi alla “tirannia di una minoranza”. In questo caso è oltremodo significativo che l’assoluta maggioranza degli italiani ritenga che le scelte di cura vadano affidate alla libera scelta individuale e non possano essere condizionate da posizioni che si ritengono maggioritarie, senza neppure esserlo. Insomma, gli italiani vogliono una legge diversa, più rispettosa della libertà e dignità umana: una riflessione all’interno del PdL mi parrebbe doverosa.


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

One Response to “Bio-testamento: italiani contrari, Pdl rifletta”

  1. Alberto Rota ha detto:

    Il P.d.L.deve, senza dubbio, tenere conto del sondaggio pubblicato dal Corriere della Sera sul bio testamento e quindi modificare completamente il Ddl Calabrò, per rispettare la volontà prevalente del “popolo sovrano” ( così tanto osannato, a parole )e per evitare che continui l’involuzione verso uno Stato etico.

Trackbacks/Pingbacks