“Partito inclusivo, salta lo schema del bipolarismo etico”

“L’ultima giornata del congresso del Pdl ha chiarito in modo esemplare e positivo la natura, la prospettiva politica e la direzione di marcia del nuovo partito liberale e moderato.

Il silenzio di Berlusconi sul tema del testamento biologico ha confermato il carattere aperto ed inclusivo del Pdl e ha fatto saltare lo schema del “bipolarismo etico” (o del vero e proprio “scontro di civilità”) cui alcuni avrebbero voluto ancorare le posizioni del partito sui temi della biopolitica.

Dopo l’intervento di ieri di Gianfranco Fini, le profonde parole del neo-coordinatore nazionale Sandro Bondi, che ha messo la sua autorevolezza al servizio della ricerca di un alto e onorevole compromesso sulla materia del fine vita, riaprono la discussione sul ddl Calabrò, in vista del suo esame alla Camera dei Deputati.”

onte Radioradicale.It Licenza 2.5 Ita