Non solo Obama, anche McCain contro il bando ai finanziamenti federali

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato del Pdl:

La notizia dell’abolizione, da parte del presidente Obama, del bando ai finanziamenti federali per i programmi di ricerca sulle cellule staminali embrionali non segna uno “spostamento a sinistra” della piattaforma bio-etica del Governo americano. Una posizione analoga sarebbe stata adottata, con ogni probabilità, anche da McCain, che da senatore si era dichiarato contrario ai veti imposti dal Presidente Bush.
Con questa scelta il Governo americano non intende penalizzare i progetti relativi alle cellule staminali adulte, ma, al contrario, rinunciare alla pretesa di orientare politicamente gli ambiti e i programmi di ricerca, sulla base di preclusioni ideologiche e pregiudizi anti-scientifici.
Per altro verso, occorre notare come in Italia, dopo l’approvazione della legge 40, i limiti rispetto all’utilizzo degli embrioni a fini di ricerca siano molto più stretti e rigidi di quelli stabiliti da Bush. Mentre negli Usa, la ricerca privata (e finanziata da fondi privati) ha comunque potuto prosperare, in Italia la legge impedisce a chiunque di utilizzare a fini di ricerca anche le migliaia di embrioni sovrannumerari congelati e destinati alla distruzione. Questi limiti segnano un freno per uno dei settori più promettenti della ricerca avanzata, e condanneranno il nostro paese alla dipendenza dall’estero nel campo delle forniture bio-mediche e farmacologiche.
E’ una ragione in più per guardare con interesse, anche dal nostro paese, alla “svolta americana”.