Bene Berlusconi su libertà di coscienza in PDL

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato del Pdl:

“La reazione di Luca Volontè, che ha bollato come stravaganti le affermazioni del presidente Berlusconi circa il rispetto del voto secondo coscienza dei parlamentari del PDL sul testamento biologico, mi lascia, diciamo così, perplesso.
Forse che nell’UDC il voto sui temi etici è invece obbligatorio, tassativo, militarizzato? Forse che nel partito guidato da Casini sulla biopolitica si eseguono solo gli ordini senza nemmeno quella discussione che vi è – e Volontè lo sa – tanto nelle gerarchie ecclesiastiche quanto nella generalità della Chiesa Cattolica?
Bene ha fatto, invece, Berlusconi ha ribadire che sui temi della bioetica sarebbe insensato oltreché impossibile imporre ai parlamentari di un grande partito moderato e liberale un voto contro coscienza. Berlusconi sa che nel nostro elettorato vi sono posizioni variegate e ad esse va data rappresentanza.”