Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, Presidente dei Riformatori Liberali e deputato PDL

In molti continuano a parlare, a proposito della vicenda di Eluana, di “omicidio”. Italo Bocchino, persona che stimo, oggi parla di “omicidio di Stato”.
Trovo che parlare di omicidio sia inumano e assurdo sul piano giuridico. Ma chi vuole seguire questa strada deve avere il coraggio di andare fino in fondo: se ci fosse un omicidio, allora ci sarebbe un omicida con nome e cognome: Beppino Englaro.
E’ lui, nella qualità di tutore e secondo la volontà della amata figlia Eluana, che ha deliberatamente deciso di interrompere le terapie. Lui ha deciso, non “lo Stato”.