Categorized | Comunicati

Auto: No rottamazione, a disoccupazione rispondere con ammortizzatori

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato del Pdl

In una fase in cui gli effetti della crisi saranno gravi e pesanti per l’intera economia, ritengo che il Governo debba usare una particolare prudenza nell’attivazione di aiuti settoriali. La rottamazione non aiuterà la filiera dell’auto a ristrutturarsi e a tornare competitiva, ma incentiverà altri settori a presentare a Palazzo Chigi il conto della crisi e a chiedere al Governo aiuti altrettanto consistenti.
Certo esiste un drammatico rischio disoccupazione, che non riguarda, peraltro, il solo comparto automobilistico. Ma a questo problema si risponde potenziando e ristrutturando il sistema degli ammortizzatori sociali: aiutando i disoccupati con forme di sostegno al reddito e alla riqualificazione professionale, non scaricando sulla generalità dei contribuenti una parte del costo delle auto. Discriminare le imprese o i settori con forme diverse di aiuto e discriminare i disoccupati con forme diverse di sostegno (maggiori per i lavoratori dei settori più rappresentati in sede politica e sindacale) non aiuterà ad uscire dalla crisi. Si perpetuerà al contrario una logica sbagliata, che in questi anni ha fatto crescere il paese meno dei suoi competitori europei, e, nei prossimi anni, rischia di fare ad esso riagganciare più lentamente il treno della crescita. A dimostrare tutto ciò è il fatto che negli ultimi 5 anni la Fiat è uscita dalla crisi più grave della sua storia senza incassare, a differenza che nel suo passato, un solo euro di aiuti pubblici.


Comments are closed.