Categorized | Più Azzurro, Più Verde

Ogm: Della Vedova, Bene Zaia, importante apertura su ogm

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato del Pdl

Il Ministro Zaia, non escludendo la possibilità di sperimentare colture ogm anche in Italia, ha rotto significativamente un tabù che rimanda al peggiore ambientalismo ideologico e che ha condannato per anni la discussione su questi temi ad una sorta di guerra di religione. Nel mondo e in Europa una agricoltura completamente ogm-free è un’astrazione. Colture convenzionali e biologiche possono convivere con colture ogm, senza danneggiarsi reciprocamente, ma rispondendo, come è ovvio che sia, alle diverse esigenze commerciali dei diversi produttori.
Inoltre, è importante ribadire che la ricerca e l’innovazione in campo agricolo (non solo nel settore ogm) non può guardare con sospetto allo sviluppo tecnologico, ma deve al contrario affidarsi ad esso per rendere più produttiva e profittevole una attività che è strategica sia sotto il profilo ambientale che sotto quello economico.


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

3 Responses to “Ogm: Della Vedova, Bene Zaia, importante apertura su ogm”

  1. Rosanna Novara ha detto:

    E’ ormai ampiamente dimostrato che le piante OGM riescono a trasmettere le loro caratteristiche genetiche “acquisite”, mediante pollini trasportati dal vento o dagli insetti, ai terreni circostanti. Ciò comporta la nascita di erbe infestanti OGM, resistenti ai più comuni pesticidi, il che rende necessario il ritorno a pesticidi più aggressivi, come l’atrazina. Esiste inoltre un elevato rischio di infestazione dei terreni circostanti anche da parte delle stesse piante OGM coltivate, con la possibilità, per gli agricoltori, che si trovano i campi infestati, di essere denunciati dalla Monsanto, o da una delle altre multinazionali produttrici e detentrici di brevetti di OGM, per violazione dei diritti di proprietà intellettuale. Per quanto riguarda la innoquità degli alimenti OGM, come si spiegano i risultati delle ricerche condotte sui topi, alimentati con mangimi OGM, che hanno mostrato gravi alterazioni del sistema immunitario, renali, riproduttive (prole sterile), e ponderali? Per non parlare del fatto che i promoter usati per la trascrizione delle sequenze geniche d’interesse sono stati riscontrati nelle cellule di pazienti con linfomi, leucemie ed epatite B. Prima di legiferare a favore degli OGM, sarebbe opportuno ascoltare il parere non solo dei ricercatori ingegneri od economisti, ma dei ricercatori medici e biologi, che forse, in questo campo, hanno qualche nozione in più.

    Rosanna Novara, laurea in Sc. Biologiche all’Università di Torino, Dottorato di Ricerca in Oncologia.

  2. Dario Bressanini ha detto:

    Rosanna: veramente alcune delle cose che citi sono state smentite proprio da ricercatori, medici e biologi, con tanto di pubblicazioni scientifiche controllate, mentre troppo spesso quegli “allarmi” sono messi solo su siti web e non superano spesso neanche il primo livello di reviewing scientifico.

    Su “contaminazioni e denuncie” ti posso rimandare ad un articolo che ho scritto tempo fa che spiega come REALMENTE sono andate le cose.
    http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2008/09/18/monsanto-contro-schmeiser-lagricoltore-contaminato-dagli-ogm/

Trackbacks/Pingbacks

  1. […] Ogm: Della Vedova, Bene Zaia, importante apertura su ogm Libertiamo.it – Roma,RM,Italy Il Ministro Zaia, non escludendo la possibilità di sperimentare colture ogm anche in Italia, ha rotto significativamente un tabù che rimanda al peggiore … Mostra tutti gli articoli su questo argomento […]