Iran: Medici condannati, Della Vedova, utile mediazione Farnesina

Presentata interrogazione al Ministro degli esteri sul caso di Arash e Kamiar Alaie Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato del Pdl, ha presentato quest’oggi un’interrogazione sul caso dei due medici iraniani Arash e Kamiar Alaie, condannati rispettivamente a sei e tre anni di carcere per avere fornito notizie veritiere − e sgradite al regime di Teheran − in ordine alla diffusione del virus dell’HIV in Iran. Nell’interrogazione, si ricorda come nella giornata internazionale della lotta all’Aids, lo scorso 1 dicembre, la presidenza francese di turno dell’Ue abbia rinnovato il proprio appello all’Iran per la liberazione immediata i due medici, arrestati nel giugno del 2008 con l’accusa di complottare contro la Repubblica Islamica in accordo con gli Stati Uniti d’America. Richiedendo la mediazione della Farnesina, Della Vedova chiede all’esecutivo di intervenire presso il regime di Teheran a favore dei due medici noti per il loro impegno contro la diffusione e per la cura dell’HIV.


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.