Elezioni Usa: dopo la sbornia, torneremo nel pollaio?

http://obeygiant.com/blog/wp-content/uploads/2008/03/obama_shep_print_final2.jpgdi Andrea Bernaudo

Come previsto:uno degli argomenti ever green della sinistra ora viene meno.
E’ finito lo stantìo anti-americanismo, complottista, anti-imperialista della nostra sinistra sociologica.
Gli USA ora rappresentano il cambiamento, la grande democrazia, un esempio da seguire.
Bene, ottimo per il centro-destra e per tutti quelli che stanno dalla parte dell’America e della liberaldemocrazia presidenziale da sempre.

Quanto durerà? Temo poco, purtroppo.

Il tempo di una sbornia e torneremo nel nostro pollaio tra i  battibecchi su proporzionale sì/proporzionale no, pluralismo, concertazione, sbarramenti, presidenzialismo sì/ presidenzialismo no, nominati, cortigiani, leccaculo e dissidenti.

E se invece cominciassimo a pensare che quel modello istituzionale, quel sistema presidenziale, quelle primarie sono la vera lezione da seguire?

E se applicando fedelmente l’esito del referendum del ’93 il PDL cominciasse a pensare che anche in Italia è possibile "cambiare" riformando le nostre istituzioni sui modelli anglosassoni come voleva fare il nostro Presidente del Consiglio nel ’94?

E se cominciasse quella rivoluzione liberale di massa con la quale Silvio Berlusconi ha imposto la sua leadership, ancora oggi solida e intatta?

Staremo a vedere, senza illusioni.


Comments are closed.