Unioni civili: Della Vedova a Gasparri, apriamo confronto nel PDL

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato del PDL:

Gasparri dovrebbe sapere che il riconoscimento giuridico delle coppie di fatto, in primis quelle omosessuali, non è in contrasto con le politiche per la maternità e la famiglia. Non lo è nella teoria e non lo è nella pratica dei grandi paesi europei, compresi molti guidati da partiti del PPE.

L’iniziativa dei ministri Brunetta e Rotondi – secondo le loro prerogative di parlamentari e non di membri dell’esecutivo – sulle unioni civili muove dunque nella direzione giusta, che non contraddice le importanti misure che il Governo Berlusconi si appresta a varare a sostegno della maternità e della famiglia, ma ne è il saggio complemento, rivolgendosi alle aspettative di moltissime coppie fino ad oggi ignorate dal legislatore.

A differenza di Gasparri che vorrebbe liquidare la pratica senza nemmeno aprirla, io penso che sia assai utile che un partito aperto come il nascente PDL, che si rivolge a cattolici e non cattolici, e, perché no, a etorossesuali e omosessuali, apra un confronto senza pregiudizi su questo tema.


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.