Gb, castrazione chimica (volontaria) per i pedofili

http://cblog.thule-italia.org/uploads/castr.jpgLONDRA – La Gran Bretagna offre d’ora in avanti ai condannati per pedofilia la possibilità della castrazione chimica. Il programma del ministero della Salute punta a ridurre drasticamente i livelli di testosterone degli uomini che, volontariamente, si sottoporrano al trattamento in vista della scarcerazione: i risultati negli altri Paesi che hanno introdotto la normativa (otto stati Usa, Svezia, Danimarca e Canada) sono stati positivi.

PROZAC – Fra i medicinali utilizzati per ridurre la libido ai livelli pre-pubertà il Prozac e alcuni farmaci contro il cancro. Secondo il programma di trattamenti, coordinato al livello nazionale dallo psichiatra criminale Don Grubin, dell’istituto di Neuroscienze dell’università di Newcastle, tramite un monitoraggio verranno individuati i soggetti che potranno beneficiare di queste cure. La castrazione chimica non sostituirà il carcere, ma servirà alla fine della pena per evitare che il pedofilo torni a delinquere.

I DUBBI – I dati che arrivano dalla Scandinavia sembrano dunque provare l’efficacia della misura. La reiterazione del reato ai danni di bambini si è ridotta da oltre il 40% al 5%. Sul fronte degli scettici c’è l’Australia: il governo ha sempre rispedito al mittente gli appelli ad avviare una simile iniziativa, perché convinto che non ci siano prove sufficienti che funzioni. Inoltre poco si sa sugli effetti collaterali dei farmaci, che possono indurre uno stato letargico e scatenare problemi ormonali.


Comments are closed.