Studentessa e prostituta. Libro choc di un’italiana

Fucking Berlin: Studentin und Teilzeit-Hureda Corriere.it del 18 agosto 2008

BERLINO — A vedere la foto, sul tabloid BZ, viene in mente Uma Thurman in Pulp Fiction: frangia nera, occhiali scuri da diva. Invece lei si fa chiamare Sonia Rossi, è — dice — nata «in una minuscola isola italiana», ha 25 anni e a Berlino è arrivata per studiare matematica all’università.

Ora, nelle librerie tedesche esce «Fucking Berlin (Ullstein Verlag)» il libro di Sonia Rossi studentessa e prostituta part-time. Papà gestore di un hotel, mamma bibliotecaria, a Berlino Sonia si accorge che «col lavoro da cameriera non sarei mai riuscita a mantenere una certa qualità della vita». Inizia così con gli spogliarelli online, infine il bordello (legali in Germania, alcuni a Berlino «sono specializzati in studentesse», dice Marion Detlefs di Hydra, sindacato delle prostitute). Una «grande famiglia», con le colleghe che a fine turno vanno a prendere i bimbi all’asilo. Sonia non si pente, anche se, all’idea che gli ignari genitori possano leggere il libro, vacilla: «Convincerò il libraio del paese a non venderlo», dice alla Welt.


Comments are closed.