Trattato UE: Della Vedova, non buttiamo l’Europa che funziona

“Sbagliato “sfruttare” risultato irlandese per chiedere allentamento rigore Bce”

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato del Pdl:

“L’esito del referendum irlandese certifica, non crea, la crisi istituzionale dell’Unione Europea. Il fronte del no irlandese è la somma di un coacervo di posizioni antitetiche tra loro, accomunate dalla critica ad un’Europa percepita come distante e poco democratica.

La critica all’Europa “che non funziona”, però, non conduca a facili proclami contro l’Europa “che funziona”, l’Europa dell’euro e della politica monetaria rigorista della Bce, che per il continente rappresenta l’unico vero antidoto alle pressioni economiche e finanziarie mondiali. In una fase di forti tensioni internazionali – dall’aumento dei prezzi dell’energia e dei prodotti alimentari, alla crisi dei derivati americani – il rigore della Banca Centrale ha permesso ai paesi europei, in particolare all’Italia, di contenere i danni.
Sarebbe sbagliato “sfruttare” il risultato della consultazione irlandese per chiedere a gran voce un allentamento del rigore della Bce: il rilancio dell’integrazione continentale passa anzitutto attraverso la capacità dei paesi europei di riformare le proprie economie, sul fronte del welfare, del mercato del lavoro, delle politiche fiscali.”


Comments are closed.