Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato del Pdl:

“Le prime misure da Ministro della funzione pubblica di Renato Brunetta – la ripresa della questione “fannulloni” e l’operazione trasparenza sul suo ministero – sono estremamente positive e segnano una svolta nell’approccio della politica alla pubblica amministrazione: l’obiettivo è l’ammodernamento concreto della macchina burocratica, all’insegna della qualità dei servizi erogati ai cittadini e dell’efficienza nell’uso delle risorse dei contribuenti.

Brunetta pone giustamente l’accento sulla crescita della produttività del pubblico impiego, che va riportata almeno a livelli paragonabili a quelli del privato. Da questo punto di vista, è auspicabile che il prossimo rinnovo dei contratti pubblici si basi esclusivamente sul merito e sulla produttività.

Al ministro Brunetta lanciamo un ulteriore spunto. L’abolizione dell’Ici sulla prima casa lascia letteralmente senza lavoro migliaia e migliaia di dipendenti comunali: si colga l’occasione per ridefinire competenze e mansioni di questi lavoratori, trasformandoli in risorsa aggiuntiva “a costo zero” e non parcheggiati per essere un ulteriore elemento di spreco ed inefficienza”.