Gli italiani avanzano più ferie dei colleghi europei. E crescono i “workaholic”

http://brividocosmico.files.wordpress.com/2007/09/chiuso_per_ferie.jpgDa Corriere.it del  19 maggio 2008

Un quarto lavora sempre più delle 40 ore settimanali e il 16% ha cancellato le vacanze per impegni di lavoro improvvisi

MILANO – Gli italiani hanno in media più giorni di ferie dei colleghi europei, ma sono anche quelli che ne avanzano di più. In media, ben 6 giorni vengono lasciati sul “piano ferie”. In totale, ben il 47% dei dipendenti in Italia non sfrutta tutti i giorni di ferie a disposizione. Dall’indagine, svolta dal portale di viaggi Expedia, risulta che gli Italiani danno un gran valore alle proprie vacanze soprattutto in ottica professionale: il 44% degli intervistati ha dichiarato di sentirsi riposato e ringiovanito, mentre un altro 40% si sente più brillante e veloce in ufficio dopo esser stato in vacanza. Se il 35% degli italiani va in vacanza in alta stagione quando la propria azienda è chiusa, ben il 40% degli italiani non ama andare in vacanza in questi periodi, a causa dell’affollamento delle mete turistiche e dei prezzi più elevati. Il 18% sceglie periodi di bassa stagione anche e soprattutto per risparmiare. Il 22% poi, preferisce brevi break di massimo tre giorni.

I WORKAHOLIC – Un quarto degli italiani lavora regolarmente più delle canoniche 40 ore settimanali, mentre ben il 15% continua a controllare anche nei giorni di ferie i messaggi di lavoro, le email e a fare/ricevere telefonate. I “workaholic” sono in aumento: il 16% è stato costretto a cancellare o posticipare vacanze già programmate a causa di improvvisi impegni di lavoro.

PERCHE’ SI AVANZANO FERIE – Se il 42% risponde che solitamente prende tutti i giorni di vacanza che gli spettano, perché c’è chi non va in vacanza? L’11% non programma le vacanze perché preso totalmente dal lavoro, e arrivando all’ultimo, spesso non trova nulla di meglio da fare che restare a lavoro! Un 7% preferisce essere pagato per i giorni di vacanza non sfruttati, mentre per l’8% il lavoro “è la mia vita” e si ritiene troppo occupato per partire. C’è anche un 4% che teme di poter perdere meeting in cui si possano prendere decisioni importanti e un ulteriore 4% che preferisce non andar in vacanza piuttosto che sfidare la scarsa comprensione del proprio capo. C’è poi ovviamente un 6% che non riesce a usufruire di tutti i giorni di vacanza in quanto ha figli piccoli a scuola.

CONFRONTO – Nel confronto con gli altri paesi, risultano essere i francesi quelli che vanno in vacanza più di tutti. Uscendo dall’Europa, i canadesi hanno solo 19 giorni all’anno di ferie, mentre gli statunitensi appena 14. Passando invece all’analisi dei paesi del vecchio continente, gli impiegati della Gran Bretagna hanno 26 giorni di ferie all’anno, due in meno degli austriaci e degli olandesi. Germania, Spagna e Italia hanno rispettivamente 27, 31 e 33 giorni di media di ferie all’anno. I francesi sono i primatisti della classifica, con ben 37 giorni di ferie all’anno.


Comments are closed.