Videogiochi: Portale studenti, AIART distratto…

Da Adn Kronos delle 19.47 e LA STAMPA.it

Roma – “Leggiamo con stupore le dichiarazioni del signor Borgomeo a proposito di ‘Grand Theft Auto IV’ che, contrariamente da quanto affermato, e’ gia’ in commercio nel nostro Paese da circa due settimane. Segnaliamo inoltre ai distratti ‘telespettatori cattolici’ che il Pegi, il sistema di classificazione europeo di giochi e videogiochi, colloca questo prodotto nella categoria 18+ quindi, di norma, saranno i rivenditori a consigliarlo per un pubblico adulto”. Lo afferma il portale degli studenti ‘Generazioneelle.info in replica alle affermazioni dell’Aiart sulla necessita’ di fermare la vendita del videogioco ‘Gta’ dal mercato italiano.

“Fatte le banali precisazioni ‘tecniche’ a noi interessa il principio e siamo certi che sia l’Autority che il ministro Gelmini avranno cose piu’ serie da fare che perseguitare videogiochi e videogiocatori”, conclude il portale degli studenti.

*** Notarella sull’informazione italiana.  Quello che segue è il comunicato “originale” inviato alle agenzie

Videogiochi: Studenti, AIART metta la maglietta di lana

Leggiamo con stupore le dichiarazioni del Sig. Borgomeo a proposito di Grand Theft Auto IV che, contrariamente da quanto affermato, è già in commercio nel nostro paese da circa due settimane.

Segnaliamo inoltre ai distratti “telespettatori cattolici” che il PEGI, il sistema di classificazione europeo di giochi e videogiochi, colloca questo prodotto nella categoria 18+ quindi, di norma,  saranno i rivenditori a consigliarlo per un pubblico adulto.

Fatte le banali precisazioni “tecniche” a noi interessa il principio e siamo certi che sia l’Authority che il ministro Gelmini avranno cose più serie da fare che perseguitare videogiochi e videogiocatori. Il Sig. Borgomeo, poi, si metta la maglietta di lana che altrimenti prende freddo pure a maggio…


Comments are closed.