Ambiente: Della Vedova, con i Verdi sconfitto l’ecologismo ideologico, nel PDL piattaforma per un vero ambientalismo liberale

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia:

“Tra le molti ragioni della debacle elettorale della Sinistra Arcobaleno vi è sicuramente il fallimento dell’approccio catastrofista e immobilista rispetto alle politiche ambientali. La bocciatura dei Verdi significa soprattutto una cosa: la qualità dell’ambiente è un tema che tutti i cittadini avvertono concretamente nella loro esperienza quotidiana, per questo non la si può ridurre a mero supporto ideologico dell’anti-industrialismo e dell’anti-capitalismo.

Nella sua azione di governo, il PDL è chiamato a rilanciare le politiche per l’ambiente in chiave liberale, sulla scorta delle piattaforme ecologiche che caratterizzano in Europa i programmi dei partiti moderati. Su questioni come la qualità dei centri urbani, la produzione di energia, la tutela del patrimonio naturale, le emissioni inquinanti, la sicurezza alimentare, il PDL punta su soluzioni innovative e tecnologicamente avanzate, non pregiudizialmente ostili al mercato, che sappiano far coincidere lo sviluppo con la tutela e la promozione della qualità della vita e dell’ambiente.”

Roma, 17 aprile 2008


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.