“Da Sud, i liberisti del Pdl”: giovedì 10 aprile a Napoli

Giovedì 10 aprile, ore 19, Gran Cafè Gambrinus, Napoli – Cocktail-dibattito

Interventi:

Benedetto Della Vedova – presidente dei Riformatori Liberali e candidato del PDL

Ernesto Caccavale – già eurodeputato di Forza Italia, imprenditore e giornalista 

Ninni De Santis -già presidente dei Giovani Industriali della Campania, presidente di Napoli Liberal

Alessio Romano – responsabile FI Giovani di Napoli

Saluto di Nicola Cosentino – coordinatore regionale di FI e candidato del PDL

Modera: Piercamillo Falasca, esponente dei Riformatori Liberali, fellow dell’Istituto Bruno Leoni

Info: 06-67608878, 348-1312374

Non c’è alcun sussidio pubblico, contributo europeo, credito d’imposta che possa curare la “malattia” del Sud: il Mezzogiorno necessita di interventi straordinari di tutela della legalità e dell’ordine pubblico, ai quali si deve accompagnare una massiccia iniezione di libertà economica, la riduzione del peso della politica nella società e un consistente ridimensionamento dell’assistenza pubblica, il miglioramento del livello qualitativo dell’istruzione e della formazione. In poche parole, ci vogliono più Legge ma meno leggi, meno intermediazione politica e meno stato sociale, meno dipendenti e para-dipendenti pubblici, più poliziotti in strada, scuole migliori.
Non è un appello all’egoismo: solo un Meridione “abbandonato” a sé stesso e alle proprie responsabilità può avere qualche chance di rinascita. In caso contrario, nulla ci assicura che il razzismo anti-meridionale e gli istinti secessionisti riprendano vigore.
Dai liberisti del PDL arriva una proposta forte: il prossimo governo lanci al mondo un potente messaggio: chi investe al Sud, non paga tasse per dieci anni. Se i lettori dell’Economist o del Wall Street Journal leggessero “Southern Italy: no corporate tax”, forse dimenticherebbero i cumuli di immondizia e la mozzarella – vera o presunta – alla diossina.


Comments are closed.