Il Nucleare per una nuova stagione di ambientalismo liberale

Sabato 29 marzo, dalle ore 10.30 alle ore 13.00

Palazzo delle Stelline, Corso Magenta, 61 – Milano

Il Nucleare per una nuova stagione di ambientalismo liberale

Relazioni introduttive di:
Ernesto Pedrocchi, Ordinario di Energetica – Politecnico di Milano
Carlo Stagnaro, Direttore Dipartimento Ecologia – Istituto Bruno Leoni

Interventi di:
Edoardo Croci, Assessore Mobilità, Trasporti, Ambiente – Comune di Milano, Direttore di Carta Libera
Benedetto Della Vedova, candidato alla Camera per il Popolo della Libertà  – Presidente Riformatori Liberali

Sono stati invitati:
Sen. Guido Possa, On. Mariastella Gelmini, On. Luigi Casero, On. Roberto Tortoli

Con il greggio ad oltre 100 dollari al barile, che provoca una pesante penalizzazione della nostra economia, e la concentrazione di anidride carbonica che si avvicina alla barriera di 500 parti per milione, è necessario che l’Italia torni al nucleare: una fonte rispettosa dell’ambiente ed economicamente competitiva.
Allo stesso tempo si deve perseguire l’innovazione e lo sviluppo delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica, senza illudersi però che questo possa bastare a soddisfare la domanda di energia del Paese, come vorrebbe farci credere la sinistra. Per questo il Popolo della Libertà  ha posto con forte determinazione la questione nucleare nel suo programma politico.
L’ambientalismo politico italiano è nato contro il nucleare ed è finito stritolato dall’abbraccio mortale della sinistra neocomunista. Occorre tornare a pensare il nucleare laicamente, senza ossessioni e tabù. Liberare l’ambientalismo da un’ipoteca ideologica anti-scientifica e anti-industriale. Si deve aprire una nuova stagione ecologista, quella dell’ambientalismo liberale.

Per informazioni: 348/2225345 – 348/5335301

***DACONTROLLARE


Comments are closed.