Tibet: Della Vedova, Comunità internazionale sostenga leadership e proposta del Dalai Lama

L’adesione dei Riformatori Liberali alla manifestazione di domani a Campo dei Fiori

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia:

Domani sarò a Campo dei Fiori alla manifestazione per il Tibet promossa dal Riformista e Radio Radicale, a cui i Riformatori Liberali convintamente aderiscono. E vi sarò per chiedere che il nostro paese e l’U.E sostengano con forza, nel consesso internazionale, la leadership e la proposta del Dalai Lama.
Pochi mesi fa, denunciavo che l’isolamento del Dalai Lama da parte del governo Prodi (che rifiutò di incontrarlo nel corso della visita che questi tenne in Italia nel dicembre scorso) era una scelta miope e in prospettiva dannosa dal punto di vista politico.
I fatti di questi giorni confermano che l’unico e migliore interlocutore per un processo di riconciliazione è proprio il Dalai Lama, che oggi mette esplicitamente in gioco la sua carica e il suo prestigio per fermare le violenze in Tibet.
A dimostrare la responsabilità del Dalai Lama è la saggezza con cui si differenzia da qualunque proposta percepibile come “anticinese” (ivi compresa quella del boicottaggio delle Olimpiadi) e la distanza che mantiene rispetto all’opzione indipendentista. Ma questa responsabilità va riconosciuta, rafforzata, sostenuta: non abbandonata ancora una volta agli insulti che contro di lui e la sua “cricca” giungono da Pechino.

Roma, 17 marzo 2008


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.