Riforma elettorale e governabilita’, Calderisi: occorre “camerizzare” il Senato, non “senatizzare” la Camera

Dichiarazione di Peppino Calderisi, candidato Pdl:

Considerate le tendenze in atto, è altamente improbabile che il 14 aprile ci saranno problemi di governabilità perché il Pdl vincerà con un buon margine di seggi anche al Senato.
In ogni caso, questa favola raccontata dal Pd che Berlusconi avrebbe impedito la nascita di un governo per varare la riforma elettorale in modo da assicurare la governabilità è del tutto priva di fondamento e deve finire.
Il Pd aveva abbandonato l’originaria proposta del “Vassallum” sposando la bozza Bianco, un sistema addirittura più proporzionale del sistema tedesco. Con questo sistema non avremmo assicurato la governabilità al Senato, come già avviene alla Camera ma, al contrario, reso ingovernabile anche la Camera. Infatti, come dimostrano tutti i sondaggi, con un sistema proporzionale puro senza premio di maggioranza o altri meccanismi maggioritari, nessuno schieramento sarebbe in grado di ottenere la maggioranza assoluta dei seggi. Pertanto Berlusconi, opponendosi alla bozza Bianco, ha semplicemente evitato una sciagura per il Paese.
La riforma della legge elettorale dovrà essere fatta – si spera in modo bipartisan – dopo il voto. Ma dovrà andare nella direzione opposta rispetto alla bozza Bianco.


Comments are closed.