Scuola: Della Vedova, Buono-scuola, autonomia, sussidiarietà. Sulla scuola necessaria una riforma radicale

Quest’oggi si è tenuto a Roma, organizzato dai Riformatori Liberali, un convegno dal titolo: “Per la liberalizzazione della scuola, per una nuova scuola pubblica”. Nell’ambito del convegno, Benedetto Della Vedova, Presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia ha dichiarato:

“Il programma del Popolo delle Libertà assegna la massima centralità all’obiettivo di migliorare la qualità dell’istruzione scolastica e di riconoscere, in termini reali, la libertà di scelta educativa per le famiglie e gli studenti. Nell’ambito di questo programma, che è chiamato a completare e integrare il percorso di riforma intrapreso, tra il 2001 e il 2006, dal Ministro Moratti,  riteniamo che possa trovare spazio e riscontro la riflessione che unisce, su di una posizione liberale, larga parte del mondo laico e cattolico e che riconosce nei principi dell’autonomia, della sussidiarietà e della libertà la chiave di volta di una riforma, insieme possibile e necessaria, del sistema dell’istruzione.
Il “buono-scuola” non serve solo a spezzare l’identificazione tra “pubblico” e “statale”, ma anche ad introdurre un meccanismo di concorrenza (e quindi un fattore di qualità) all’interno della stessa scuola “statale”, cui oggi è di fatto assegnata la gestione monopolistica dell’intero sistema dell’istruzione. I processi di liberalizzazione devono toccare, contestualmente, tanto la scuola statale quanto quella paritaria. Alla scuola statale è richiesto di uscire da una logica centralistica e “ministeriale”, esaltando l’autonomia didattica e organizzativa degli istituti. Alla scuola paritaria, che va affrancata da una condizione di vera subalternità giuridica, è dovuta la possibilità di competere realmente, senza condizioni di svantaggio economico o normativo, sul mercato dell’istruzione.

Roma, 13 marzo 2008


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.