Conti pubblici: Della Vedova, Bene Tesoro sui salari, male sulle tasse

Sui salari, Padoa Schioppa sconfessa il PD

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, Presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia

La Relazione Unificata sull’Economia, anticipata dalle agenzie di stampa, sembra cogliere, più di molti commentatori e agitatori politici interni alla vecchia maggioranza, la sostanza della “questione salariale”. L’idea di spezzare il legame bassi salari-bassa produttività e di stabilire un collegamento fra aumenti e risultati aziendali, attreverso una revisione dei modelli contrattuali, non è solo corretta dal punto di vista tecnico, ma essenziale dal punto di vista politico. Rappresenta, peraltro, l’opposto della proposta del Pd di una de-fiscalizzazione indistinta del reddito da lavoro dipendente, finanziata dagli altri contribuenti.
Ancora una volta, invece, da parte del Tesoro, le indicazioni sulla necessaria riduzione della pressione fiscale rivelano la convinzione che la spesa pubblica sia “incomprimibile” e che una riduzione delle imposte passi solo da un aumento del gettito (ovviamente attraverso il “pozzo di San Patrizio” della lotta all’evasione). Sembra essere esclusa la possibilità che la pressione fiscale e la spesa pubblica possano contestualmente diminuire, per attutire gli effetti della congiuntura e per favorire la ripresa economica. Su questo punto il nuovo governo muterà decisamente la rotta, smettendo di considerare le tasse una questione che ha a che fare solo con l’equilibrio dei conti pubblici e non con la vita sociale ed economica del paese.

Roma, 12 marzo 2008


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.