M.O: Della Vedova a Fassino, Ribadisco: da Ds indulgenza nei confronti di Hamas

Il Pd cambi linea

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, Presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia

A Fassino che mi accusa di avere “detto stupidaggini” ribadisco che l’amicizia e la comprensione politica dei Ds e del suo massimo esponente nel Governo dell’Unione, Massimo D’Alema, nei confronti di Hamas e di Hetzbollah non sono illazioni, ma fatti politici che pesano come macigni, in giornate come quella di oggi, in cui il volto criminale e terrorista di Hamas si svela in tutta la sua brutale crudeltà.
Quindi, ripeto la domanda: nel Pd si ritiene ancora che, come disse D’Alema, “Hamas è una forza reale che rappresenta tanta parte del popolo palestinese”, malgrado il consenso e l’influenza di questa organizzazione sia legato ad un uso spregiudicato della violenza e dell’intimidazione anche nei confronti degli stessi oppositori palestinesi? Non sarebbe il caso che il Pd cambiasse linea?

Roma, 7 marzo 2008


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.