Medio Oriente: Della Vedova, PD ancora “equivicino”?

“Sulle relazioni con Usa, Fassino ridicolo”

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia:

L’attentato di Gerusalemme va condannato senza attenuanti ed “equivicinanze” di sorta tra la democrazia israeliana e il terrorismo di Hamas. Se Veltroni e D’Alema persistono nel lanciare inviti ad un improbabile dialogo con i terroristi, si continuerà a fare ipocritamente da sponda ai nemici di Israele.

La strage cade nel giorno in cui l’on. Fassino ha paventato un peggioramento delle relazioni tra Italia e Stati Uniti in caso di vittoria del Pdl. Affermazioni ridicole quelle dell’ex segretario di un partito che ha intrattenuto relazioni alquanto “amichevoli” con Hamas e Hezbollah.

Di fronte all’acuirsi dello scontro in Medio Oriente, casomai, è auspicabile che Fassino e il PD dimostrino di aver abbandonato l’improvvida tendenza “anti-americana” all’equidistanza tra terroristi islamici e Stato di Israele.


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.