Gli sms sbagliati diventano slang

http://www.egizmo.com/catalog/nokia6111%20copy.jpgDa Corriere.it del 7 febbraio 2008

BANGOR (Galles) -«“Digo! Ai vediamo al sua». Gli adolescenti hanno sempre parlato una loro lingua, diversa da quella dei loro genitori. Una lingua che ne rafforzi lo spirito di gruppo e li distingua dall’ordinario comunicare tra adulti. L’ «argot» francese o lo slang giovanile presente in tutti i Paesi del mondo. Ma ora c’è qualcosa in più: si sta diffondendo un linguaggio gergale che accetta per la prima volta i suggerimenti forniti da una tecnologia. Suggerimenti sbagliati, ma riadattati e rivestiti di un nuovo significato, per molti incomprensibile. Così «Digo! Ai vediamo al sua» sta per il più comprensibile «Figo! Ci vediamo al pub» . La tecnologia in questione è il t9, ovvero quel software che, tirando a indovinare, suggerisce il termine che stiamo digitando sulla tastiera del telefonino. Un fenomeno che, complice la diffusione dei telefonini, non passa inosservato e sta attirando le attenzione dei linguisti e degli studiosi dell’età evolutiva. Se ne è occupata lo scorso maggio anche la prestigiosa Accademia della Crusca, che gli ha dedicato una giornata di approfondimento. Ne ha fatto addirittura il proprio oggetto di studio un esperto di linguaggio all’università gallese di Bangor, David Crystal che sta codificando il nuovo linguaggio mettendo a punto un vero e proprio dizionario t9-inglese.

SOSTITUZIONI – E quindi si scopre che per i giovani anglofoni «book» (libro) in questo nuovo slang significa in realtà «cool» (figo), «adds» sta per «beer» (birra), «sub» sta per «pub». Come si può capire avendo un minimo di dimestichezza col t9, i nuovi termini sono legati al loro significato originario dalle impostazioni dei suggerimenti pensati dal software. Book è parola che chi ha programmato il software che predice il testo ha ritenuto più diffusa di cool – forse sbagliando – e che quindi viene suggerita immediatamente. Gli adolescenti evidentemente pensano che sia più rapido scrivere book anziché costringere il software a imparare il nuovo termine. O, forse, i primi utenti si sono effettivamente sbagliati ma poi si sono resi conto che la comprensione dei loro messaggini non veniva inficiata dall’errore, e la nuova lingua ha iniziato a diffondersi.

CHE LIBRO!– Ora , grazie al dizionario che sta compilando Crystal, anche per gli adulti è possibile comprendere il significato di un testo come questo: «r u cycle? Book! An adds down the sub? There’s a gr8 new carnage». Sulle prime si potrebbe tradurre con l’incomprensibile: «Sei (r u, ha lo stesso suono e viene usato come abbreviazione di «are you») una bicicletta? Libro! Un aggiunge giù nella metropolitana? C’è una nuova grande strage» Mentre il significato del messaggio è: «Sei sveglio (awake impegna gli stessi tasti della tastiera di cycle) ? Fico! Una birra al pub? C’è un nuovo barista (carnage significa barmaid) fantastico». In italiano gli errori più frequenti commessi dal t9 e accettati dagli utenti sono «vi» a posto di «ti»; «piano» per «siamo», «ai» per «ci», ma la lista completa è per ora solo nelle teste e sugli schermi degli adolescenti italiani.

Gabriele De Palma


Comments are closed.