Papa alla Sapienza: Della Vedova, “Niet” maledeucato, infantile e intollerante

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia

Il “niet” di quasi settanta accademici della Sapienza alla visita da Papa Ratzinger all’ateneo romano dove il Pontefice è stato invitato dal Rettore ad inaugurare l’anno accademico è maleducato, infantile ed intollerante.
Maleducato perché il Papa ha risposto sì ad un invito dell’Università stessa. Infantile perchè non è certo su questo piano che si può affrontare una questione profonda e problematica come quella del rapporto tra scienza e religione. Intollerante perchè, come qualunque atto di censura e di negazione della parola, punta ad impedire quel confronto di idee che, come dovrebbero insegnarci proprio gli uomini di scienza, è l’essenza della libertà pubblica e il fondamento della conoscenza razionale.
Sono così sicuri i firmatari che Galileo avrebbe detto “no”?

Roma, 13 gennaio 2008


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.