“Sbaglia chi vuole leggere nello studio di Bankitalia la conferma di quanto chiedono i sindacati”

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia:

“Sbaglia (o dice una solo mezza verità) chi vuol leggere nello studio dei ricercatori di Banca d’Italia sugli effetti della politica fiscale – rilanciato oggi dai maggiori quotidiani italiani – una sorta di “giustificazione” teorica della bontà delle rivendicazioni sindacali in materia di tassazione del lavoro. Lo studio è riferito all’intera area euro, non solo all’Italia, e soprattutto è la conferma che una siffatta politica fiscale non sarebbe la panacea di tutti i mali, ma avrebbe al contrario effetti contenuti e limitati nel tempo, anche in presenza di sforzi enormi.

A leggere attentamente, lo studio di Bankitalia evidenzia – cosa sottaciuta – quanto diciamo da tempo: intervenire sulla tassazione dei redditi da capitale può avere effetti consistenti sugli investimenti e sulla crescita. Secondo lo studio, un calo delle imposte sul capitale dell’1% del Pil determinerebbe un aumento del prodotto dello 0,4% annuo, pari praticamente all’effetto stimato di una riduzione delle imposte sul lavoro. Come si può allora coerentemente sostenere che la riduzione delle imposte sul lavoro dipendente va finanziata proprio con l’aumento della tassazione sul risparmio?
Data la sensibilità del reddito e degli investimenti alla tassazione sul risparmio, detassare il reddito da lavoro e aumentare contemporaneamente la tassazione sul risparmio produrrebbe effetti praticamente nulli.”