Dalai Lama: Della Vedova, da Rutelli conferma ipocrisia del Governo

“Il governo scappa, ma giovedì il Dalai Lama parlerà alla Camera”

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia:

“Le parole di Francesco Rutelli – che ha dichiarato che non incontrerà il Dalai Lama ma che questi è il benvenuto nel nostro Paese – sono un esempio di spiacevole doppiezza politica.
Il Dalai Lama è certamente il benvenuto per la stragrande maggioranza degli italiani, ma è un ospite sgradito per il governo e i ministri. Il Dalai Lama è stato un ospite gradito per paesi come gli Stati Uniti e la Germania , dove è stato ricevuto da Bush e Merkel, ma non per il governo Prodi, che accetta – a quanto pare – i diktat di Pechino. Le parole del vice-premier Rutelli sono l’ennesima prova del grottesco “fuggi fuggi” del Governo, cui ha fatto coraggiosamente eccezione solo il sottosegretario agli esteri Vernetti, nonostante la presa di distanza nei suoi confronti assunta della Farnesina.

Di fronte a questo, risalta ancora di più la scelta del presidente della Camera Bertinotti che, sollecitato da quasi la metà dei deputati, pur non concedendo l’Aula, ha comunque invitato il Dalai Lama a prendere la parola di fronte ai parlamentari nella più prestigiosa sala di Palazzo Montecitorio.”


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.