Animali: Della Vedova e Alessandri, Da Internet prove di crudeltà in allevamenti di animali da pelliccia in Cina

Da Italia e Europa attenta vigilanza; restrizione alle importazioni dove non siano rispettati standard minimi

Quest’oggi i deputati Benedetto Della Vedova (Presidente dei Riformatori liberali e parlamentare di FI) e Angelo Alessandri (Presidente Federale Lega Nord) hanno presentato un’interrogazione in cui chiedono al Governo di “promuovere iniziative per introdurre, sia  in Italia che a livello europeo, ulteriori restrizioni (secondo quanto già fatto sulle pelli di cane e gatto con l’Articolo 2 della Legge 189/04 in materia di maltrattamento degli animali) all’importazione di pellicce da paesi nei cui allevamenti non siano verificabili e rispettate condizioni minime di benessere animale”.
Lo spunto dell’interrogazione è stato fornito da un video di provenienza cinese, diffuso su Internet e stigmatizzato dalle associazioni animaliste, in cui sono filmate “le atrocità compiute ai danni di diversi animali da pelliccia, nella specie procioni,  uccisi con metodi sadici e crudeli (a bastonate, a calci o sbattuti ripetutamente per terra) o scuoiati vivi”. Per questa ragione, Della Vedova e Angeli chiedono in particolare al Governo di “sviluppare iniziative volte ad includere il rispetto della direttiva 93/119/CEE sulla protezione degli animali durante la macellazione o l’abbattimento  negli accordi bilaterali con i Paesi terzi ed in particolare con la Repubblica Popolare Cinese, anche ai fini dell’importazione nell’Unione Europea”.
Queste iniziative, riferiscono gli interroganti, costituirebbero un attuazione coerente del Piano di azione sul benessere degli animali della Commissione Europea, in cui si prevede che le istituzioni comunitarie promuovano “un livello elevato di benessere degli animali nella UE e in ambito internazionale”, e si pone in capo alla Comunità il compito di “identificare attivamente i problemi transfrontalieri inerenti al benessere degli animali, siano essi da compagnia o d’allevamento o selvatici, ed elaborare un meccanismo per affrontarli in modo più tempestivo, efficace e coerente”.

Roma, 29 novembre 2007


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.